EUROLEAGUE PLAYOFF: Il Cska si guadagna il diritto di tornare a Vitoria. Ottava Final4 consecutiva per i russi

L'immagine può contenere: 2 persone, testo

foto da pagina facebook Turkish Airlines EuroLeague

Il Baskonia si presenta alla palla a due con Huertas, Garino, Shields, Voigtmann, Shengelia. Risponde con lo stesso quintetto di gara 3 il CSKA con De Colò, Hackett; Vorontsevich, Kurbanov, Hines. Primi due punti per Hines, risponde Shengelia dopo una tripla di Kurbanov bloccando il mini parziale di 5-0 per i russi. Dopo i primi 5’ il punteggio è di 9-9, un avvio decisamente migliore rispetto a quello di gara 3 per i padroni di casa in grado, per il momento, di arginare De Colo (autore di 28 punti nel turno precedente). Primo quarto in cui a farla da padrone è l’equilibrio, punteggio fissato sul 22-20 e percentuali simili per le due formazioni (7/10 da 2, 1/4 da 3 per i baschi e 6/10 da 2 e 1/4 da 3 per gli ospiti).

Inizia ad altissimo ritmo il secondo quarto, 7-5 di parziale nei primi 2’ di gioco. Rientro di Shengelia sul 29-27, costretto in panchina per aver già speso 2 falli nel periodo precedente. Garino con un 2/2 da 3 costringe coach Itoudis al time out, moscoviti sotto di 8 punti. De Colo entra in partita e prova a tenere i suoi ancorati ad un match fino al momento nelle mani della squadra di Perasovic. Incredibile la schiacciata di Poirier che inchioda a canestro per il più 11, 46-35 con 2’ da giocare. A metà gara il punteggio è fissato sul 48-39. Poirier 11, Shengelia 9, Higging 10, De Colo 9.

Ripresa che inizia sulla falsariga del finale del quarto precedente con la coppia di lunghi di casa inarrestabile nel pitturato e De Colo per tenere vivo il CSKA. Problemi di falli per gli ospiti che spendono il 5 dopo poco meno di 4’ di gioco mandando in lunetta Poirier (2/2) e punteggio di 57-47. Prestazione eccelsa del pivot francese merito di una solida difes e di 17 punti in 17’. Grazie ad una fiammata nel finale del quarto, i moscoviti accorciano le distanze, 71-68 prima dell’ultima frazione.

Un differenziale di tre punti è quello che separa le due squadre in avvio di quarto periodo. Una affondata di Hines, dopo un recupero, riavvicina ad un solo punto i moscoviti. Garino non trema dalla lunga distanza permettendo di mettere nuovamente due possessi di divario tra le due squadre sul 76-72. La reazione del CSKA è però immediata. Mini parziale di 5-0, chiuso ancora da Hines, e primo vantaggio esterno dopo molto tempo sul 76-77. Dopo due minuti senza punti è ancora Mosca a trovare la via del canestro con una bomba di Clyburn che costringe Perasovic a fermare la gara. Sospensione che non porta gli effetti sperati. Il CSKA infatti allunga vincendo la gara 83-92 qualificandosi per l’ottava volta consecutiva per le Final Four.

I Migliori: come in gara3 Poirier con 21 punti e 9 falli subiti e De Colo con 27 punti, 4 rimbalzi e 4 assist.