fbpx

VIDEO| NBA: Rose fa il fenomeno e Chicago firma l’impresa. Golden State cede in casa dopo 19 vittorie consecutive

Ecco il consueto recap giornaliero delle partite della notte americana di NBA.

GOLDEN STATE-CHICAGO: 111-113

L’impresa della giornata, e non solo, giunge dall’Oracle Arena dove i Golden State cadono in casa dopo 19 vittorie consecutive. Anche loro dunque sono umani. A firmare l’impresa sono i Chicago Bulls pur privi di Jimmy Butler ma con un grandissimo Derrick Rose, alla prima volta, da quando è tornato in campo dopo il grave infortunio, a giocare più di 40 minuti segnando 30 punti. La stella di Chicago perde anche 11 palloni ma è decisivo nel mettere la museruola a Steph Curry a partire dal secondo tempo, quando gli Warriors perdono brillantezza e lucidità non riuscendo a rientrare nel loro abituale ritmo. La difesa di Thibodeau coglie i propri frutti sfruttando la forza e i centimetri dei propri lunghi, tra tutti Gasol e Noah in doppia doppia con 18 punti ciascuno e 16 rimbalzi il primo e 15 il secondo. Al rientro dagli spogliatoi Golden State si inceppa, sbagliando ben 13 triple consecutive. Thompson firma 30 punti ma sbaglio il decisivo tiro dalla media sul finire dell’overtime. Green aveva portato le squadre all’oveertime realizzando un tap-in vincente allo scadere dei tempi regolamentari. Una partita da playoff!

WARRIORS: Thompson 30, Lee 24, Curry 21, Barnes 12, Green 10, Speights 10.

BULLS: Rose 30, Gasol 18, Noah 18, Mirotic 12, Gibson 10, Brooks 10.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *