fbpx

Un Gallinari versione MVP vince il derby italiano con Melli. A New Orleans passano i Thunder

Danilo Gallinari Thunder
Danilo Gallinari – Credit: Zach Beeker (OKC Thunder)

Ultima nottata di partite NBA prima della pausa per l’All Star Weekend e a New Orleans va in scena il derby azzurro tra Nicolò Melli e Danilo Gallinari.
I Pelicans di Nick arrivano da un ottimo periodo di forma, mentre i Thunder del Gallo sono reduci da due sconfitte interne consecutive e dunque in cerca di riscatto.
Al termine di una partita divertente, combattuta e ricca di emozioni, sono proprio gli ospiti ad imporsi col risultato di 123-118, grazie soprattutto ad un sontuoso Danilo Gallinari, migliore dei suoi ed autore di 29 punti.
Gara che fin dal primo quarto si dimostra essere molto equilibrata, condita di sorpassi e controsorpassi, che si concludono alla sirena con i Pelicans avanti di un solo punto sul 30-29, grazie alla tripla dall’angolo di Melli.
Secondo periodo, che dopo esser stato punto a punto per tutta la sua durata, vede il tentativo d’allungo finale da parte dei Thunder, che con un incredibile buzzer beater di Adams da oltre metà campo, si portano sul +8 al rientro negli spogliatoi.
Tornati in campo per il terzo quarto la partita rimane divertente ed equilibrata, ma l’ingresso a sorpresa di Muscala per OKC, combacia con una nuova fuga per gli ospiti, che raggiungono anche il +13.
Ma New Orleans non ci sta e guidata da JJ Redick torna a contatto e all’ultima pausa il tabellone recita +5 OKC sul 98-93.
I ritmi forsennati imposti alla partita dalle due squadre, rendono l’ultima frazione ancora più entusiasmante e ricca di emozioni. Nè i Pelicans nè i Thunder si risparmiano ed arrivano a giocarsi la partita in un finale punto a punto caldissimo. Ed è proprio in quei minuti conclusivi che sale in cattedra Danilo Gallinari, che realizza ben 11 punti nell’ultimo quarto e guida Oklahoma City ad una vittoria importantissima in chiave playoff.
Come anticipato, a fine partita il Gallo colleziona, in poco meno di 33 minuti sul parquet, 29 punti (12/18 dal campo, 3/5 da tre punti e 2/2 ai liberi) ai quali aggiunge 2 rimbalzi, un assist e due recuperi su Zion Williamson, vero mattatore di serata con 32 punti (career high) per i padroni di casa.
Buona anche la prova di Nicolò Melli, che rimane in campo per 24 minuti, realizzando 6 punti (2/7 dal campo e 2/3 dall’arco dei tre punti), 3 rimbalzi e 3 stoppate, dimostrando di poter stare in questa lega senza problemi.
A fine partita, intervistato dal bordocampista dei Thunder, il Gallo si è detto soddisfatto della ritrovata vittoria e della sua prestazione e che in questa pausa penserà a rilassarsi per tornare in forma per lo sprint finale verso i playoff.
Sarà invece subito in campo domani sera Nick Melli, che a Chicago esordirà ad un All Star Game NBA, nella gara delle matricole, dove sostituirà per il Team World l’infortunato DeAndre Ayton dei Phoenix Suns. Un riconoscimento meritato per l’azzurro, che partita dopo partita si sta mettendo in luce dimostrando tutte le sue qualità.