NBA: Al via le Finals tra Toronto Raptors e Golden State Warriors

NBA Finali Golden State Warriors Toronto Raptors

Prenderanno il via nella notte le Finali NBA tra Golden State Warriors e Toronto Raptors. Da una parte i bi-campioni in carica, che disputeranno le quinte Finals consecutive, e dall’altra una novità assoluta: i canadesi che per la prima volta nella loro storia lotteranno per conquistare l’anello.

La trade che nell’estate ha portato Kawhi Leonard a Toronto si è rivelata accertata: i Raptors sono andati all-in scommettendo su uno dei migliori giocatori attuali del campionato, e proprio lo stato di salute dell’altro asso di assoluto talento – Kevin Durant – potrebbe essere un’importante chiave di lettura di questo scontro diretto.

Golden State a Ovest ha dominato sia in regular-season che ai Playoff. Anche se il potere assoluto dimostrato negli anni scorsi sembra forse un po’ inferiore… In ogni caso, anche senza l’MVP delle ultime due finali (Kevin Durant), che potrebbe rientrare per il terzo incontro secondo alcune fonti, o potrebbe non rientrare affatto questa stagione secondo altre, gli Warriors hanno parecchie armi al proprio arco. Il talento sul perimetro degli ‘Splash brothers’ Steph Curry e Klay Thompson, uniti con l’ingenio di giocatori come Draymond Green e André Igudala e l’attesissimo rientrante DeMarcus Cousins, dimostrano un potenziale prorompente e versatile. Golden State non è capace solo di mettere a segno un sacco di punti, ma sa anche difendere con ordine.

Dall’altra parte del parquet non ci saranno più i Cleveland Cavaliers, come nelle scorse quattro edizioni. La partenza di LeBron James ha sortito nel franchise dell’Ohio lo stesso effetto dell’arrivo di Leonard a Toronto: una rivoluzione. Oltre al rivale diverso, per la prima volta in questo lustro Golden State non avrà neanche il fattore campo a favore. I Toronto Raptors, che avevano disputato le finali della East Conference con il fattore campo contrario, perché i Bucks avevano fatto meglio di loro durante la regular-season, si ritroveranno invece a disputare le prime due partite davanti di finale al pubblico amico, perché il proprio record a fine stagione è stato migliore (58-24 per i Raptors; 57-25 per gli Warriors).

Gli occhi di tutti i tifosi dei Raptors, ma anche di appassionati e addetti ai lavori di tutto il mondo, sono puntati su Kawhi Leonard. L’ala di Toronto ha dimostrato essere in forma e sicuramente determinato. In ogni caso, la pallacanestro è uno sport di squadra, e, nonostante la sua riconosciuta superiorità, Leonard non trasmette l’idea di essere un giocatore egoista: non si prende i tiri di James Harden e cerca di coinvolgere anche i compagni. Un sorprendente Pascal Siakam e la coppia di lunghi spagnoli Serge Ibaka-Marc Gasol apportano centimetri sotto canestro. Kyle Lowry è l’altra stella della squadra, che fa la differenza quando riesce a giocare in sintonia con Leonard.

Alla fine il duello tra la squadra di Steve Kerr e quella di Nick Nurse si deciderà in difesa. Entrambe le squadre hanno giocatori dall’immenso potenziale offensivo, e Golden State ha dimostrato in questi ultimi anni di essere quasi imbattibile in questo senso, ma per la prima volta si troverà di fronte uno dei migliori difensori dell’NBA: Kawhi Leonard, vincitore per due volte del premio al miglior difensore dell’anno, con cinque presenze negli All-Defensive NBA Team.

Finali emozionanti e tutte da vivere quindi. Golden State parte favorita per la storia recente e per l’esperienza, ma Toronto da parte sua non ha niente da perdere. E ha Kawhi

  • Gara 1: Giovedì 30 maggio (21.00 ET, 3.00 ora italiana) a Toronto
  • Gara 2: Domenica 2 giugno (20.00 ET, 2.00 ora italiana) a Toronto
  • Gara 3: Mercoledì 5 giugno (21.00 ET, 3.00 ora italiana) a Oakland
  • Gara 4: Venerdì 7 giugno (21.00 ET, 3.00 ora italiana) a Oakland
  • Gara 5*: Lunedì 10 giugno (21.00 ET, 3.00 ora italiana) a Toronto
  • Gara 6*: Giovedì 13 giugno (21.00 ET, 3.00 ora italiana) a Oakland
  • Gara 7*: Domenica 16 giungo (20.00 ET, 2.00 ora italiana) a Toronto