fbpx

#TeamNBA : Memphis Grizzlies

NBA - Slide Memphis Grizzlies è “la squadra dei fratelli Gasol”, a partire dal 2001, quando Pau si inserisce nel roster, per poi lasciare il posto al fratello Marc nel 2007. Dopo anni di cambiamenti tra giocatori, staff tecnico e dirigenza, i Grizzlies trovano equilibrio in alcuni periodi, come gli anni dal 2004 al 2006 che li vedono sempre presenti ai Playoffs e così dal 2010 fino ad oggi.

 

Stagione Passata 2014/2015

Nella scorsa stagione i Grizzlies hanno raggiunto 55 vittorie e 27 sconfitte e sono andati ai Playoffs vincendo il primo turno con Portland Trail Blazers per 4-1. Sono riusciti poi a spaventare i Golden State Warriors che li fermano però al risultato di 4-2. Memphis si conferma ogni anno come una squadra temibile nella Western Conference, e dopo anni di tentativi nella speranza del titolo, forse c’è solo da attendere l’annata giusta. 

 

 

Stagione 2015/16

 

Il Roster di quest’anno vede: Marc Gasol, Jordan Adams, Tony Allen, Matt Barnes, Vince Carter, Mike Conley, Yakhouba Diawara, JaMychal Green, Jeff Green, Ryan Hollins, Michael Holyfield, Lazeric Jones, Courtney Lee, Jarell Martin, Zach Randolph, Russ Smith, Jarnell Stokes, Beno Udrih, Brandan Wright. La squadra è allenata ancora da David Joerger.

Occhi puntati su Gasol, Allen, Conley, Randolph, Wright, Barnes, Carter.

Con l’inserimento estivo di Barnes e Wright la squadra si presenta davvero completa, con una delle migliori linee difensive della NBA, (se non la migliore) e una struttura fino ad ora solida in attacco formata dal trio Gasol, Conley e Randolph.

Punto di forza e punto debole

 

I loro punti di forza sono i nuovi inserimenti nel Roster e un’incredibile determinazione ogni anno di arrivare ai Playoffs. Il punto debole è proprio il mancato tocco finale alle loro performance, e quindi raggiungere il Titolo. Ogni volta c’è sempre qualcosa o qualcuno più forte o preparato o determinato a fermare la furia di Memphis.

 

La Stella: Marc Gasol

 

Marc Gasol è il leader di Memphis, colui che riesce ad affermarsi brillantemente nel gioco individuale con una percezione particolare alla sintonia di squadra. La sua imponenza fisica (216 centimetri) gli permette di coordinare al meglio un attacco da medie distanze.

 

Prospettiva Stagionale

 L’anello.

 

23 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *