Si comincia col grande basket, al via i Playoff NBA

Dopo una stagione strana, pesante, contrassegnata dal ritmo forsennato dovuto al lock-out che ha causato infortuni più (Howard, Horford) e meno (Rose) gravi, siamo giunti finalmente al momento in cui tutto si decide; scattano stasera infatti i Playoff NBA. I Mavericks, campioni uscenti si sono piazzati settimi ad Ovest e difficilmente riusciranno a difendere il titolo conquistato l’anno scorso contro Miami, al primo turno per loro ci sono subito i Thunder.

La regular season ha visto Chicago conquistare il primo posto ad Est e il miglior record della Lega e gli Spurs aggiudicarsi la prima posizione ad Ovest: tutto come l’anno scorso, ma Thibodeau e Popovich sperano in un finale differente dalla passata stagione che ha visto San Antonio uscire al primo turno sconfitta 4-2 da degli strepitosi Grizzlies e i Bulls abdicare nella Finale dell’est contro gli Heat. Rose e compagni saranno impegnati stasera alle 19 ore italiana contro i Sixers mentre a seguire alle 21.30 ci sarà un interessantissimo e indecifrabile Heat-Knicks. Le due partite saranno trasmesse su Sky Sport 2, che garantirà una copertura quasi totale per tutti i playoff, proponendo ben 5 match a settimana. Al timone di comando non possono ovviamente mancare Flavio Tranquillo e Federico Buffa: the voice e l’avvocato ci racconteranno tutte le emozioni delle partite e ci daranno come sempre l’occasione di divertirsi grazie a delle chicche irresistibili. Ecco dunque gli accoppiamenti per quanto riguarda l’Est e l’Ovest e proviamo ad entrare nel dettaglio di ogni serie:

 

EST

Chicago Bulls #1Philadelphia 76ers #8: I Bulls anche quest’anno hanno conquistato il primo posto nella Eastern nonostante l’assenza prolungata di Rose dopo l’All Star Game grazie anche alla crescita di Watson e Lucas e un’inaspettata crescita come leader di Luol Deng. Ma il merito più grosso di queste vittorie va sempre a lui, Tom Thibodeau, che in due anni ha reso una squadra senza grande talento offensivo in una macchina affamata di successi dalla difesa impenetrabile (la migliore con soli 88 punti subiti a partita). Philadelphia ha invece conquistato l’ottava piazza dopo una lunga battaglia coi Bucks e possono così festeggiare la seconda partecipazione consecutiva alla post season grazie anche in questo caso al grande allenatore che si ritrovano in panchina che risponde al nome di Doug Collins. Per Iguodala e compagni però già essere arrivati a questo punto rappresenta un successo e l’esito della serie appare scontato, PRONOSTICO: 4-0 BULLS

Miami Heat #2-New York Knicks #7: ecco, ora in Florida non saranno proprio felicissimi di essersi beccati una numero 7 del genere. Perchè New York fa paura, Anthony è in una forma devastante (32 punti di media per lui in Aprile) e la squadra sembra aver trovato nuova linfa da quando al comando c’è l’ex Atlanta Mike Woodson: i Knicks ora difendono (Chandler con ogni probabilità sarà meritatamente incoronato difensore dell’anno) e dalla panchina possono far male soprattutto grazie a JR Smith e Steve ” No Doubt” Novak che sta tirando in maniera celestiale. L’incognita rimane sempre quella di Amar’e; Stat non è in forma ma il contratto da 100 milioni pesa e lasciare in panchina uno del genere avrebbe un bell’impatto. Miami ha però dalla sua il fattore campo e soprattuto il probabile MVP della Lega, quel LeBron James che mai come quest’anno pare intenzionato a prendersi l’anello. Come? L’abbiamo già detto anche negli anni passati? Sicuramente, ma per adesso lui e Wade potrebbero bastare per superare il primo turno, PRONOSTICO: 4-2 HEAT

Indiana Pacers #3-Orlando Magic #6: Granger & Co. sono forse la più bella sorpresa della stagione insieme a Memphis ed il terzo posto a Est davanti a squadre come Hawks e Celtics è del tutto inaspettato, tanto che coach Frank Vogel è in piena corsa per vincere il titolo di allenatore dell’anno. A Orlando sono dolori, in tutti i sensi: dopo una stagione di dissidi (piccolo eufemismo non rende l’idea) fra Van Gundy e Howard, ora il coach dovrà rinunciare a Superman per tutti i Playoff (fuori anche per le Olimpiadi) e la frontline dei Magic è ora composta da Davis, Earl Clark e Orton: Hibbert e West dovrebbero scherzare con questi, Nelson e un buonissimo Redick difficilmente saranno sufficienti a Orlando, PRONOSTICO: 4-1 PACERS

Atlanta Hawks #5-Boston Celtics #4: già, Atlanta quinta ma col fattore campo a favore, dato che Boston non poteva scendere sotto la numero 4 avendo vinto l’Atlantic. Questa stagione potrebbe rapprensentare il canto del cigno per i 3 grandi veterani dei Celtics, ma Pierce e Garnett stanno andando alla grande e Rivers sembra aver trovato la soluzione alla pochezza della sua panchina facendo partire Allen da sesto inserendo un gran difensore come Avery Bradley in quintetto. Atlanta dovrà invece fare a meno di un All Star come Al Horford, ma la crescita di Teague e l’affermazione di Josh Smith (sarebbe ora) sono stati la nota più lieta di questa stagione. C’è però una differenza rispetto allo scorso anno, anzi LA differenza, rappresentata da Jamal Crawford, finito a Portland e giocatore chiave per Atlanta negli anni passati. Grande serie, impronosticabile, ma questi giovincelli della Georgia hanno davanti un compito difficile, PRONOSTICO 4-3 CELTICS

OVEST

San Antonio Spurs #1-Utah Jazz #8: anche quest’anno gli speroni del Texas hanno conquistato la prima posizione ad Ovest, nonostante un Ginobili non sempre presente ma decisivo quando conta. San Antonio si ritrova probabilmente il roster più forte dell’intera NBA, Leonard è come al solito l’ennesimo steal of the draft dei neroargento e Diaw è manna dal cielo per Popovich. In più aggiungiamoci che Duncan sembra tornato quello del 2003 e Parker sta giocando sui livelli del 2007 quando vinse il premio di MVP delle Finals. Utah è invece uscita vincente dalla guerra per l’ottavo posto con Houston e Phoenix, quest’ultima sconfitta proprio nella partita decisiva dai ragazzi di Corbin. La squadra è interessantissima: Al Jefferson è uno dei migliori 3 centri della Lega, Millsap è cresciuto in maniera esponenziale e Hayward è un giocatore dal futuro assicurato. In più Harris pare essere tornato quello di Dallas e dalla panchina escono elementi interessanti come Miles e Favors. Gli Spurs non possono però essere vittime di due upset consecutivi, PRONOSTICO: 4-1 SPURS

Oklahoma City Thunder #2-Dallas Mavericks #7: queste teste di serie numero 2 non sono proprio fortunate quest’anno, i Thunder infatti si ritrovano a dover affrontare i campioni in carica che proprio l’anno scorso li batterono nella Finale a Ovest. I Mavs non sono più quelli dell’anno scorso però: via l’elemento chiave Chandler, via un uomo decisivo dall’arco come DeShawn Stevenson e via il boricua JJ Barea, non proprio 3 giocatori da niente. Sono arrivati Carter, ormai sul viale del tramonto e Odom, il fantasma di quello visto ai Lakers, ora infatti fuori rosa ma stipendiato da Cuban. Haywood non sembra garantire le certezze, soprattutto in difesa, che dava Chandler. OKC invece può contare come sempre su Durant, il più giovane ad aver vinto per tre volte consecutive il titolo di miglior marcatore della Lega, su Westbrook e su una frontline insuperabile. Questi ragazzi corrono e tanto, sarà sufficiente contro l’orgoglio di Nowitzki? PRONOSTICO: 4-3 THUNDER

Los Angeles Lakers #3-Denver Nuggets #6: Dopo un marzo disastroso dove hanno rischiato addirittura di uscire dai Playoff, i Nuggets si sono rimessi in carreggiata ed hanno superato addirittura Dallas conquistando la sesta posizione. Il rientro di Danilo ha dato nuove speranze a quelli del Colorado, Faried è un’autentica bestia sotto canestro e Karl mette sempre in campo una squadra che corre e gioca bene, bellissima da vedere. Punto debole, la mancanza di un vero leader, Gallinari e Lawson non sono dei trascinatori, ma possono far male nel finale di partita. I Lakers dovranno fare a meno di Ron Artest (non possiamo chiamarlo Metta World Peace dopo quello che ha combinato) squalificato per 7 partite ma hanno ritrovato Kobe, tenuto precauzionalmente a riposo contro i Kings nell’ultima partita (a proposito, sarà contento di non aver battuto Durant?). Gasol e Bynum rappresentano senza dubbio la miglior frontline di tutta l’NBA e Sessions è stato davvero un gran colpo per i gialloviola. Viene riproposta la finale dell’Ovest del 2009 ma molti di quei protagonisti sono cambiati, il finale però potrebbe essere lo stesso, PRONOSTICO: 4-2 LAKERS

Memphis Grizzlies #4-Los Angeles Clippers #5: per chi si fosse addormentato nel 2010 e risvegliato ora, si, i Grizzlies sono quarti e si, i Clippers fanno i playoff. Addirittura c’è chi in California si mangia le mani perchè con l’arrivo di Chris Paul, Butler, Martin e la crescita di Foye, Jordan ma soprattutto di Griffin ci si aspettava di finire più in alto. Ma ragazzi, accontentatevi, fate i playoff! A parte gli scherzi, i ragazzi di Del Negro hanno offerto delle partite spettacolari quest’anno grazie alle alzate di Paul per i due extraterrestri Griffin e Jordan, tanto da meritarsi l’appellativo di Lob City. Memphis invece non finisce di soprendere: dopo aver eliminato al primo turno gli Spurs ed aver giocato una serie all’ultimo sangue con i Thunder lo scorso anno, i Grizzlies si sono riconfermati ad altissimi livelli, tanto che grazie alle ultime 6 vittorie consecutive si sono andati a prendere addirittura il quarto posto. Hollins merita sicuramente un riconoscimento per aver costruito una squadra del genere ed inoltre potrà contare su un Gay e un Arenas in più rispetto alla passata stagione. Senza dimenticare che Conley ma soprattutto Gasol migliorano partita dopo partita. I Clippers voleranno anche sopra le teste di Memphis? Dura, considerato il fattore campo avverso e il pubblico del Tennesse, PRONOSTICO 4-2 GRIZZLIES

 

Da stasera ne sapremo di più, finalmente i playoff NBA stanno per cominciare. Ma perchè non vi divertite anche voi a fare qualche pronostico? Scrivete i vostri su BasketItaly.it! E’ tempo di grande basket.

 

(C) BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *