Home NBA NCAA March Madness – South Region: Kansas, Nova e Miami alle Sweet16. Hawaii sorprende Cal al primo turno, poi cede a Maryland

March Madness – South Region: Kansas, Nova e Miami alle Sweet16. Hawaii sorprende Cal al primo turno, poi cede a Maryland

0

Nike_BYG_NCAA_Mens_Tourney_graphic

E’ un tabellone relativamente tranquillo quello che consegna il South Region dopo i primi due turni giocati nel weekend. Alle Sweet 16 tre delle prime quattro teste di serie, assieme alla #5 Maryland, la cinderella Hawaii giustizia a sorpresa la quotata Cal, ma il sogno si infrange contro i Terps. Percorso lineare per la #1 Kansas, a valanga 105-79 su Austin Peay nel primo turno, con 23 punti del sorprendente sophomore Sviatoslav Mykhailiuk (9/11 dal campo con 4/5 da tre) e i 21 del senior Perry Ellis. Dimostrazione di potenza proseguita Sabato, contro la #9 Uconn, capace di eliminare Colorado 74-67 con i 17 più 10 rimbalzi di Daniel Hamilton e i 19 più 5 di Purvis. Tutto inutile però contro i JayHawks, che chiudono qualsiasi porta con un primo tempo da 44-24, trascinato ancora da Ellis (21 e 8 reb) e da un fantastico Wayne Selden (22, 3 ass, 7 reb), decisivo anche nel respingere la disperata rimonta degli Huskies con un Gibbs da 20 punti con 4/9 da tre.

Cammino liscio anche per la #2 Villanova, che rompe la maledizione delle Sweet 16 (mancavano dal 2009 nonostante la classe di senior statisticamente più produttiva di sempre), che spazza via UNC Asheville 86-56 al primo round e riserva lo stesso trattamento alla #7 Iowa, accreditata per un possibile upset, ma cancellata da un primo tempo da 54-29, preludio a una ripresa in controllo fino all’87-68 finale. Wildcats guidati dal “nostro” Ryan Arcidiacono (15ppg e 4 assist di media al Torneo) e dal centro Ochefu (11.5ppg più 10.5 reb), significativa la prestazione di Josh Hart contro Iowa, miglior realizzatore con 19 e 7/11 dal campo.

Cats attesi alle Sweet 16 dalla #3 Miami, che deve faticare di più per guadagnarsi il prosieguo del Torneo. Gli Hurricanes lottano per avere ragione di Buffalo al primo turno, in difficoltà contro l’attacco perimetrale dei Bulls (10/26 da tre, 20 punti per Nick Perkins con 4/6 dall’arco), ma capaci di venirne fuori nel secondo tempo con i 20 di Sheldon Mclellan (20 e 5 reb) e i 24 di Angel Rodriguez con 4 assist e 7 rimbalzi, oltre a altri tre uomini in doppia cifra. La stessa coppia risolve il secondo turno con la ostica Wichita State, meno talentuosa del recente passato, ma coriacea come i suoi leader, Ron Baker (11 e 2 assis) e Van Vleet (12, 5 reb e assist). Miami gioca un grande primo tempo con il Rodriguez stellare del primo tempo da 24 punti (28 alla fine, con 5 assist ma 7 perse), prende 13 punti di vantaggio (32-19 all’intervallo). Gli Shockers rispondono con un avvio di ripresa fulminante, anche grazie al lavoro sotto le plance di Shaquille Morris (12 e 6 reb), e a metà secondo tempo mettono a segno l’incredibile sorpasso sulla tripla di Baker del 43-42. E’ Sheldon McLellan (18 e 3 reb con 2/4 da tre) a rispondere con 8 punti nel 10-2 che ristabilisce l’inerzia pro Hurricanes. Quando Wichita ci riprova col -2, sempre firmato Baker, a poco meno di 3′ dal termine, Rodriguez inventa gli unici due canestri (layup più tripla) del suo secondo tempo che assicurano la vittoria a Miami, 65-57 il finale.

L’immancabile upset del Region la regala la #13 Hawaii al primo turno, che fa fuori 77-66 la quotata #4 California, guidata dai due senior Quincy Smith (19, il suo career high, 6/8 dal campo) e Stefan Jankovic (16 e 5 reb) e dal graduate student Roderick Bobbitt (17, 4 reb, 7 assist). Non bastano i 23 della stella Jordan Matthews e i 13 più 12 rimbalzi del freshman sensation Ivan Rabb per venire a capo di un match che gli Warriors comandano dall’inizio e chiudono negli ultimi 10′ . Hawaai non si ripete al Secondo Turno, quando trova sulla propria strada la Maryland di Melo Trimble, percorso complicato già al primo turno quello dei Terps, che evitano per poco (79-74 il finale) l’upset di una south Dakota State grazie alla super partita del senior Jake Layman (27, 5/8 da tre) oltre ai 19 (ma 0/4 da tre) del Sophomore da Upper Marlboro. MA è il “fumble” di Keaton Moffit a togliere ai Jack Rabbits la chance del pareggio a 12” dalla fine con Rasheed Sulaimon che ringrazia e va a schiacciare i punti della sicurezza, vanificando la grande prova di Deondre Parks (22, 7/9 al tiro, 3/3 da tre). Maryland si guadagna poi l’accesso alle Sweet 16 battendo Hawaii 73-60, in una serata complicata dall’1/18 dal perimetro, sbagliando tutti i primi 15 tentativi, per un primo tempo chiuso avanti di 1, 28-27, e che a 10 minuti dalla fine vedeva addirittura gli Warrirors avanti 41-39. Eì il 14-0 nei due minuti successivi dei Terps, con la prima tripla dell’incontro ad opera di Trimble (24 con 1/6 da tre, 3 ass, 8 reb), a sbloccare Maryland e a consegnare loro la vittoria, coi 14 a testa di Stone e Sulaimon e i 10 più 6 rimbalzi di Layman.

Le Sweet 16 del South Region vanno in scena nella notte tra giovedì e venerdì, primo match a mezzanotte ora italiana, tra la #2 Nova e la #3 Miami, a seguire, dalle 2.40, la sfida tra la #1 del Region e nazionale Kansas e la #5 Maryland.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata