NBA: serata storta per gli italiani, primi fischi per Bargnani e 19” per Datome

Non inizia nel migliore dei modi l’avventura azzurra in questa stagione NBA, con i nostri tre azzurri che non hanno brillato nelle rispettive partite. Il primo a scendere in campo è stato Bargnan che non si è presentato bene ai suoi nuovi tifosi: due falli e due tiri sbagliati gli hanno subito regalato i primi fischi del Garden. Alla fine per lui 6 punti (3/9 dal campo), 2 rimbalzi, un assist, 2 falli e 3 palle perse. È stata comunque tutta la second unit della squadra di New York a giocare male e a non far rimpiangere i titolari. I Knicks comunque hanno vinto 90-83, guidati da uno splendido Chandler.

Va un po’ meglio a Marco Belinelli, che gioca 19′ e si concede 5 punti con 2/5 dal campo e 4 rimbalzi. Il giocatore di San Giovanni in Persiceto ha contribuito alla vittoria Spurs 101-94 contro Memphis e ha battezzato l’esordio NBA di coach Joerger. L’allenatore di Memphis si è reso anche protagonista di un curioso episodio, visto che ha chiamato il suo primo timeout dopo appena 40” del primo quarto.

Datome invece ha assaporato il parquet solo nei 19 secondi finale di Washington-Detroit, con la partita già vinta da parte dei Pistons. L’infortunio alla caviglia rimediato quest’estate non gli ha permesso di giocare la preseason, precludendogli la possibilità di mettersi in mostra. Ci saranno di sicuro tempi migliori per Gigigante.

Non può sorridere neanche Danilo Gallinari, visto che i suoi Denver Nuggets hanno ceduto a Sacramento 88-90, inginocchiati da una prestazione monstre di DeMarcus Cousins da 30 punti e 14 rimbalzi.

Gli altri risultati della notte: Nets-Cavaliers 94-98; Heat-76ers 110-114; Celtics-Raptors 87-93; Bobcats-Rockets 83-96; Magic-Wolves 115-120; Pacers-Pelicans 95-90; Hawks-Mavericks 109-118; Thunder-Jazz 101-98; Blazers-Suns 91-104; Lakers-Warriors 94-125.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *