Home NBA NBA – Riscatto Spurs contro Miami con un ottimo Belinelli, Indiana sgambetta Denver

NBA – Riscatto Spurs contro Miami con un ottimo Belinelli, Indiana sgambetta Denver

0
Marco Belinelli esulta per la tripla decisiva sui Miami Heat
(Photo by Reginald Thomas II/San Antonio Spurs)

Solo due partite nella notte NBA, con le due seconde ad Est ed Ovest che cadono entrambe – gli Heat sul campo degli Spurs e i Denver Nuggets in casa contro le mine vaganti degli Indiana Pacers.

All’AT&T Center i San Antonio Spurs (18-23) si riscattano dopo la bruciante sconfitta maturata negli ultimi secondi contro Atlanta e vincono con carattere sui Miami Heat (29-13, sempre secondi ad Est) per 107-102. Ancora una volta non una partenza trascendentale per gli Speroni, che pero’ dopo un primo quarto cosi’ cosi’ si prendono il secondo quarto e riequilibrano la sfida, giocata con capovolgimenti di fronte continui fino agli ultimi minuti della tenzone. Marco Belinelli gioca 20 minuti entrando come ultima riserva e si ritaglia – come spesso gli capita ultimamente – il ruolo di fido tiratore nei momenti caldi. Ne mettera’ 12 con 7 rimbalzi tra cui la tripla decisiva a 2 minuti dal termine che porta gli Spurs sul +7, mettendo in ghiaccio la W. Un grande Bam Adebayo sotto i tabelloni non basta agli Heat (21 punti con 16 rimbalzi) che hanno anche 19 punti dalla panca di Dragic. Per i texani, 21 e 20 per la premiata ditta AldridgeDeRozan e 18 per Mills dalle riserve – oltre ai succitati 12 del Beli.

A Denver, i Nuggets (29-13) vengono sopraffatti dagli Indiana Pacers (28-15) nella sfida Serbia-Lituania tra Jokic e Sabonis. Entrambi i lunghi sono protagonisti, ma e’ Denver a condurre per praticamente tutta la sfida fino a meta’ dell’ultimo quarto, con i Pacers che impattano a 5 minuti dal termine per poi chiudere proprio col massimo vantaggio di +8. Domantas Sabonis, sempre piu’ astro nascente del panorama NBA, chiude con una magnifica tripla doppia (22 punti, 15 rimbalzi e 10 assist) e alla fine oscura parzialmente gli ottimi numeri, come spesso capita, di Nikola Jokic (30 punti e 10 rimbalzi per lui). Decisivi per i Pacers anche i 24 in 21 minuti di McDermott dalla panchina. Per i Nuggets, 16 a testa per Grant e Barton.