NBA Recap Week 20 – LeBron Vs Durant: Chi è l’MVP della Lega?

Sono trascorsi oramai cinque mesi dall’inizio della regular season ed erano tanti anni che non assistevamo ad una battaglia tanto aperta per la conquista del titolo di “Most Valuable Player”. Il più importante alloro individuale, istituito nella stagione 55/56, può vantare nel proprio albo quasi tutte le più grandi stelle che hanno calcato un parquet NBA: da Wilt a Doctor J, passando per Kareem e Russell, poi Bird, Magic e Jordan fino ad arrivare a Kobe e Nash, tutti almeno una volta sono stati insigniti di questa nomina. In questa speciale classifica compare anche un europeo – Dirk Nowitzki – MVP della stagione 2006/07. Abdul-Jabbar con sei premi (dal 1970 al 1980) è l’atleta con più titoli, seguito da Jordan e Russell con cinque.

LeBron James nella sua non lunga carriera può sfoggiare già quattro allori e in più di un’occasione non ha celato il desiderio di superare la leggenda di Kareem. Kevin Durant invece non ha mai conquistato tale vessillo; il top scorer della Lega proverà a scrollarsi di dosso la fama di eterno secondo prima individualmente e poi con i Thunder.

Le statistiche di entrambi parlano chiaro e sono letteralmente mostruose.

The Chosen One viaggia a 26,8 punti, 6,9 rimbalzi, 6,4 assist tirando con il 57,1% dal campo e con il 38% da dietro l’arco, il tutto per un indice di efficienza di poco inferiore a 20. Tali cifre già di per sé pazzesche assumono un tono ancora più altisonante considerando che l’ala degli Heat quasi mai ha impostato le marce alte in questa annata. A fare da contraltare a tale supremazia bisogna tener presente il contesto in cui tali prestazioni sono avvenute, ovvero in un team ampiamente oleato e reduce da due anelli consecutivi.

Durantula d’altro fino ad ora ha dalla sua una media di 32,2 punti a gara, tirando con più del 50% dal campo e più del 40% dalla lunga distanza, aggiungendo altresì 7,7 rimbalzi e 5,6 assistenze, ottenendo così l’indice di efficienza più alto con 20,9. In più di una circostanza si è caricato sulle spalle i suoi Thunder (orfani per lunghi tratti della stagione del delfino Westbrook). Ha collezionato una striscia di 12 match con 30+ punti a incontro e ne ha un’altra aperta di 25+ a 33 incontri, posizionandosi a -7 dal recordman Jordan.

La corsa al MVP è aperta, e sicuramente sarà l’antipasto più appetitoso alla caccia al titolo che inizierà tra poco più di un mese.

©BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *