NBA Preview – SouthEast D.: Wade riprende lo scettro degli Heat. Wall vuol vincere, Charlotte pronta a stupire

Ultimo appuntamento targato BasketItaly.it della presentazione della prossima stagione NBA con l’approfondimento sulla Southeast Division. Miami alle prese con il doloroso dopo-LeBron si affida nuovamente nelle mani di Wade e BoshI Wizard hanno fatto qualche movimento importante (vedi Paul Pierce) ma non è abbastanza per rendere Wall competitivo per alti traguardi. Occhio alla Charlotte di sua maestà Jordan che in estate si è regalato Lance Stephenson,

Miami Heat (a cura di Stefano Minerba)
Probabile Quintetto: Chalmers, Wade, Deng, McRoberts, Bosh
Ranking: Playoffs
Sostituire LeBron è un’impresa impossibile e a Miami hanno ben pensato di modificare ampiamente il roster. Fuori l’eroe di gara 6 delle Finals del 2013 Ray Allen, oltre a Battier, Lewis e Jones, dentro Deng, McRoberts, Granger e Shannon Brown. Gli orfani del Prescelto Wade e Bosh hanno invece rifirmato, il primo a cifre contenute mentre il texano è riuscito a farsi strapagare strappando un contrattone al massimo salariale. Dal draft è arrivato poi l’eroe della NCAA Shabazz Napier, ma l’ex Huskies è sembrata più una mossa di marketing elettorale che un vero tassello per puntellare il team. In attesa di un lungo dal mercato (Blatche?) sotto le plance dovrebbero partire titolari McRoberts da quattro e Bosh da cinque, mentre a Deng spetterà l’ingrato ruolo di sostituire (solo nella posizione, sia ben chiaro) LBJ. La second unit con gli acquisti citati e con i reduci Andersen, Cole e Haslem non è poi da vituperare affatto. Nonostante un Flash oramai cavalcante la fase discendente della sua carriera e i galloni di primo violino assegnati a Bosh, l’obiettivo playoff per gli Heat sembra ampiamente alla portata. Primo turno in cassaforte o quasi, poi si vedrà…

Atlanta Hawks
Probabile quintetto: Teague, Sepholosha, Millsap, Korver, Horford
Ranking: playoffs
Ce la faranno i nostri eroi a superare il primo turno dei playoff? Atlanta è squadra solida ed è un habitué della post season, ha sempre difettato però di killer instinct quando la palla scotta. La serie dell’anno scorso contro Indiana ha dimostrato che qualcosa sta lentamente cambiando in Georgia e quest’anno potrebbe essere quello buono per il salto di qualità. Atlanta per cominciare può contare su un ottimo coach che sembra essersi scollato l’etichetta di secondo di Popovich ed é pronto a camminare da solo. Horford quando si arriva al dunque é un fattore e si candida a giocatore più sottovalutato della lega. Korver fa solo una cosa ma la fa straordinariamente e l’innesto di Sepholosha aggiunge ulteriore solidità difensiva. Metteteci anche una panchina interessante con Carroll, Mack e Payne e quest’anno i falchi potrebbero volare più in alto del solito.

Orlando Magic
Probabile quintetto: Oladipo, Ben Gordon, Harris, Frye, Vucevic
Ranking: lottery
Il prototipo della squadra in ricostruzione: giovani di belle speranze e qualche veterano in Florida. Vabbé che la città di Disneyland non può essere un posto per vecchi ma quest”edizione dei Magic é un inno alla gioventù. Il simbolo é Oladipo, già leader dopo una sola stagione in Nba. Attorno a lui un Vucevic chiamato a fermare la sua involuzione dello scorso anno e Channing Frye nell’inedito ruolo di giocatore a cui si chiede carisma e eesperienza oltre ai punti. Poi si scommette (ancora) su Ben Gordon e sull’ omonimo Aaron, atletismo da vendere ma con grandissime lacune, arrivato dal draft. Squadra costruita per fare bene in un futuro non troppo prossimo quindi se passate a Orlando andate a vedere Disneyland quest’anno: sarà più divertente dei Magic, fidatevi….

Charlotte Hornets
Probabile quintetto: Walker, Stephenson, Marvin Williams, Kidd-Gilchrirt, Jefferson
Ranking:playoffs
C’era un tempo in cui scommettere su una sconfitta di Charlotte era una puntata sicura per quanto non remunerativa. L’obiettivo della stagione dei Bobcats(allora si chiamavano così) sembrava poter essere riassunto in:’perdere e perderemo’ e ci riuscivano. Poi lentamente qualcosa è cambiato: Jordan ha iniziato a fare buone scelte, si è riacquistato il nome dei bei tempi andati, é arrivato persino un All-star e sono arrivati persino i playoff. Quest’anno in Carolina del Nord non si vivrà di solo college basket: attorno al faro Al Jefferson c’è un ottimo nucleo formato da un ex fenomeno nel college basket alla ricerca di consacrazione al piano di sopra (Walker), tanti giocatori discreti se non buoni divisi tra campo e panchina a cui si aggiunge uno dei protagonisti, nel bene e nel male, della scorsa stagione: Lance Stephenson. Riuscirà l’ex Pacers ha dimostrarsi uomo squadra e a garantire lo stesso straordinario impatto avuto nelle scorse stagioni su 48 minuti? Nel caso allora questa Charlotte é ‘Born Ready’ per fare strada nei playoff. Scommetterci contro non conviene più.

Washington Wizards
Probabile quintetto: Wall, Beal, Pierce, Nené, Gortat
Ranking: playoffs
Squadra intrigante non poco i Wizards. Nonostante lo scarso feeling estivo con team Usa Wall e Beal sono una delle coppie più interessanti e futuribili della lega e sembrano cresciuti entrambi ancora. Pierce non é quello dei tempi d’oro ma si fa fatica a cercare altri giocatori di tale carisma nella lega e può dare ancora un ottimo apporto a livello di punti con un minutaggio adatto. Quanto detto per The Truth può essere comodamente valevole anche per André Miller. Nenè e Gortat sono buoni giocatori sebbene non facciano impazzire nessuno e il fatto che i cambi non paiano alla loro altezza pone sul reparto lunghi di Washington un grosso punto interrogativo. Resta una squadra che può fare male e tanto a chiunque anche ai playoff e che ha tanta qualità e tanta fame. Se le cose vanno bene e nessuno fa ‘Another brick in John Wall’ che resta sano tutto l’anno e si fa contagiare come tutti da un vincente nel dna come Pierce, allora per una volta Washington potrebbe essere capitale anche nel basket. Se va male si invitano i Wizards a ripassare l’anno prossimo con qualche lungo di talento in più.

A seguire i link per consultare tutti i precedenti Preview

Western Conference:
Northwest Division
Pacific Division
Southwest Division

Eastern Conference:
Atlantic Division
Central Division
SoutEast Division

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *