Home NBA NBA Playoff Eastern Conference – Raptors e Celtics si portano a una vittoria dal secondo turno
NBA Playoff Eastern Conference – Toronto Raptors e Boston Celtics a una vittoria dal secondo turno

NBA Playoff Eastern Conference – Raptors e Celtics si portano a una vittoria dal secondo turno

0

Siamo arrivati alla gara-3 nei playoff della stagione NBA 2019-2020 nella “bolla” di Orlando.
Nonostante l’assenza del fattore campo, nella Eastern Conference Toronto Raptors e Boston Celtics si portano sul 3-0 e quindi a una vittoria dal secondo turno.
Andiamo a vedere nel dettaglio quanto accaduto.


Toronto Raptors – Brooklyn Nets 117-92 (24-17; 33-25; 27-26; 33-24)

Assolo totale dei campioni in carica contro Brooklyn. I Raptors piazzano la terza vittoria su altrettante partite in un match in cui non sono mai stati sotto nel punteggio. Toronto fin dal primo quarto, infatti, non viene assolutamente impensierita dai Nets imponendo la sua superiorità e mantenendo sempre la doppia cifra di vantaggio vincendo tutti i quarti del match. Non era mai capitato nella storia dei playoff alla franchigia canadese di entrare in una gara-4 di una serie al meglio delle 7 avanti sul 3-0.
Cinque i giocatori in doppia cifra per il team allenato da Nick Nurse. Pascal Siakam chiude a quota 26, Fred VanVleet con 22 ed è autore di un canestro incredibile da oltre metà campo, Serge Ibaka 20, Kyle Lowry termina non molto lontano dalla tripla doppia con 11+10+7. 52% nella percentuale dal campo per i Raptors e 48% da tre punti con 18/37 dai tre punti, dominando sia nel controllo dei tabelloni (56-42 a rimbalzo) che nei punti segnati in area (46-22).
I Nets senza tutti i loro migliori giocatori rimasti a casa, pagano l’ulteriore assenza di Joe Harris, uscito dalla bolla per motivi familiari. Inutili i 23 di Tyler Johnson, i 15 di Caris LeVert, i 14 di Chris Chiozza e i 10 del francese Timothe Luwawu-Cabarrot con un rovinoso 3/18 nelle conclusioni.


Boston Celtics – Philadelphia 76ers 102-94 (26-24; 25-25; 25-23; 26-22)

Tris di Boston sui Sixers e secondo turno a una sola vittoria per la franchigia verde del Massachusetts. Un match sempre condotto dai Celtics, ma alla fine risulta decisivo il 10-0 di break finale dal 92-94 Sixers a 2’14” dalla fine degli uomini allenati da Brad Stevens. Pesano inevitabilmente gli errori di Joel Embiid nel finale per Phila: sua la palla persa sul vantaggio di 94-92 con il recupero di Smart e il canestro del sorpasso di Jaylen Brown con fallo aggiuntivo, e nel possesso successivo il lungo camerunense è stato stoppato da Jayson Tatum, autore questi di un’altra stoppata poi su Josh Richardson che ha chiuso la pratica insieme ai 4 liberi finali di Smart.

“Non abbiamo potuto fare un tiro”, ha detto Embiid a ESPN. “Niente poteva entrare. Ho pensato che difensivamente abbiamo fatto un lavoro migliore rispetto a gara-2. Abbiamo avuto degli errori nel quarto che possiamo correggere, dobbiamo bloccare. In difesa, siamo stati bravi, ma in attacco nessuno poteva tirare”.

Per i “Greens” quattro atleti in doppia cifra: 24 + 8 rimbalzi per Kemba Walker, 21 + 7 di Brown, 15 + 4 stoppate di Tatum e 14 + 8 rimbalzi di Marcus Smart. A Philadelphia non basta il dominio netto a rimbalzo (57-45 nella statistica con ben 20 offensivi), il 29/34 dalla lunetta, pesa il 29.5% al tiro dal campo (28/95) con il 23.1% da tre. 30 di Joel Embiid con 13 rimbalzi catturati, 17 per la coppia Richardson e Milton, 15+15 per Tobias Harris. Delude ancora una volta Al Horford, prova opaca da 6+10 rimbalzi.