NBA – Messina nella storia della NBA. Senza Pop, guida gli Spurs al successo contro Indiana

E’ una notte storica per la NBA e per l’Italia. Per la prima volta nella storia, infatti, un coach Europeo ha guidato una franchigia NBA da capo-allenatore e l’ha portata alla vittoria. Che questo primato appartenga all’italiano Ettore Messina è una cosa che rende orgogliosa tutta l’Italia dei canestri ancora una volta e ancora da San Antonio, dopo qualche mese dalla conquista del titolo NBA da parte di Marco Belinelli. 

Facciamo un passo indietro. Problemi di salute per coach Popovich e la partita contro Indiana pronta ad avere inizio. Tocca ad Ettore Messina guidare la squadra ed a presentarsi in conferenza stampa.“Ieri ho saputo che avrei guidato io la squadra oggi – ha dichiarato l’ex tecnico del CSKA, nella conferenza stampa di pre-partita -. Coach Popovich ha un problema di salute, non è bello prenderen il suo posto per questo motivo ma almeno non è nulla di grave. Sarò me stesso e, con tutti i miei limiti, non sarò una cattiva imitazione di Coach Pop, devo solo ricordarmi di non chiamare tutti i giochi per Ginobili…”. Nonostante ciò, il pupillo di Ettore Messina, è il top scorer di giornata con ben 28 punti messi a referto (10/18 dal campo) con la sua firma nei momenti decisivi, quando Indiana ha tentato l’allungo nel terzo quarto e nell’ultimo periodo con la tripla del 91-99 che ha chiuso i giochi. Gli Spurs (10-4) conquistano un successo importante contro una squadra ben organizzata e vogliosa di portare a casa la vittoria con un Rodney Stuckey da 22 punti. Importante il contributo del solito Duncan con 17 punti e 6 rimbalzi a referto e dell’MVP delle scorse Finals, Kawhi Leonard, autore di una doppia doppia da 21 punti e 13 rimbalzi.

 

Per il nostro Marco Belinelli, partito dalla panchina in virtù del ritorno di Green, soli 6 punti (2/5 al tiro e nessuna tripla) e 4 rimbalzi in 17′ di gioco.

Pacers: Stuckey 22, Scola 13, Copeland 12, Price 11, Hill 10;
Spurs: Ginobili 28, Leonard 21, Parker 21, Duncan 17;

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *