NBA: Kobe trascina i Lakers soprendendo Toronto. Memphis da sballo, Chicago e Portland vincono

Ecco, come di consueto, il recap della nottata NBA per le partite non concernenti le franchigie in cui militano i nostri azzurri:

BROOKLYN-CHICAGO 84-102

Comoda vittoria per i Bulls che espugnano Broolkyn, sempre più in difficoltà e giunta alle settima sconfitta nelle ultime nove gare disputate. Chicago è sempre più la squadre di Jimmy Butler, attendendo il pieno recupero di Rose, ancora lontano dalla migliore condizione fisica. L’ex giocatore di Marquette mette a segno 26 punti, ben coadiuvato dal totem Gasol, autore di una doppia doppia da 25 punti e 13 rimbalzi. I Nets ricevono troppo poco dai propri veterani, con il solo Bogdanovic miglior marcatore a quota 13 punti realizzati.

SACRAMENTO-MEMPHIS 85-97

Quindicesima vittoria per i Grizzlies, che si confermano la miglior squadra per il momento dell’intera lega. Soffrono questa volta più del previsto, sbancando Sacramento priva del suo leader Cousins. Memphis vola anche a +21, trascinata dalla doppia doppia di Randolph da 22 punti e 12 rimbalzi, ma subiscono la rimonta furiosa dei Kings che arrivano a -3 all’ultimo periodo, pescando un sorprendente Evans autore di una doppia doppia da urlo da 17 punti e 20 rimbalzi. Nel finale però la maggiore lucidità ed esperienza di Memphis viene fuori, con Gasol che si prende la squadra sulle spalle realizzando 18 punti e portando i suoi all’ennesima vittoria. Non bastano a Sacramento i 20 punti di Gay e i 18 di McLemore.

PORTLAND-MINNESOTA 107-93

Vittoria casalinga per i Trade Blazers, che abbattono la resistenza dei T’Wolves. Decisivo un super Aldridge che realizza una doppia doppia da 26 punti e 15 rimbalzi, ben coadiuvato da Matthews, a segno con 23 punti. Non basta a  Minnesota l’ottima prova di Shabazz Muhammad, autore di ben 28 punti.

LAKERS-TORONTO 129-122 d.t.s.

La sopresa della giornata giunge dallo Staples Center, dove i Lakers soprendono i Raptors, vincendo dopo un tempo supplementare. Protagonista Kobe Bryant, autore di 31 punti di cui 5 consecutivi decisivi per il break di 10-2 effettuato nell’overtime. Non bastano a Toronto i 29 punti di Lowry e i 20 punti di Ross.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *