fbpx

NBA – Cleveland: Dura lezione a Portland, male LeBron. A LA è notte fonda, non basta Bryant (39)

LeBron James

Secondo ko, su tre partite, per i Cleveland Cavaliers che in questo avvio di stagione proprio non riescono a convincere. La sconfitta questa volta arriva per 82-101 sul difficile campo di Portland dove un Damien Lillard da sogno (27 punti, 7 assist e 6 rimbalzi) fa venire il mal di testa a David Blatt. Il punteggio, in equilibrio per quasi tutto il primo tempo, si smuove solo nella ripresa quando il già citato Lillard si scatena e innesca i vari Matthews (21), Lopez (19) e Aldridge (16) infierendo ai Cavaliers un parziale di 17-4 che porta il punteggio sul 67-54 a poco dalla fine del terzo periodo. Cleveland si affida al talento del suo re, ma LeBron stecca. Appena 11 punti con tantissimi errori al tiro (4/12) arrivati nei momenti decisivi. Male anche Irving (9 con 3/17 al tiro). L’unico a salvarsi è l’ex T-Wolves Kevin Love con la doppia doppia da 22 punti e 10 rimbalzi.

Cavaliers: Love 22, James 11, Thompson 10;
Trail Blazers: Lillard 27, Matthews 21, Lopez 19, Aldridge 16;

Negli altri risultati della notte da segnalare la vittoria dei New Orleans Pelicans (2-2) per 91-100 contro i Charlotte Hornets (1-3). Decisivo, ancora una volta, Anthony Davis con la doppia doppia da 24 punti (10/17 al tiro) e 13 rimbalzi conquistati. E’ notte fonda per i Los Angeles Lakers (0/5), ancora sconfitti allo Staples Center nonostante la prova da 39 punti e 9 rimbalzi (ma 1 assist!) di Kobe Bryant. A far festa questa volta sono i Phoenix Suns. Se non è notte fonda poco ci manca per gli Oklahoma City Thunder (1/4) che senza Westbrook e Durant è battuta sul difficile campo di Toronto (3-1) per 88-100.

Photo: Keith Allison

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *