Home NBA NBA – 57 di Mitchell, 42 di Doncic, ma sull’1-0 vanno Nuggets e Clippers. Sconfitte Utah e Dallas
NBA – 57 di Mitchell, 42 di Doncic, ma sull’1-0 vanno Nuggets e Clippers. Sconfitte Utah e Dallas

NBA – 57 di Mitchell, 42 di Doncic, ma sull’1-0 vanno Nuggets e Clippers. Sconfitte Utah e Dallas

0

Sono ufficialmente scattati i playoff della stagione NBA 2019-2020 nella “bolla” di Orlando.
Nonostante l’assenza del fattore campo, cominciano bene le squadre meglio piazzate nella Western Conference con le vittorie di Denver Nuggets e Los Angeles Clippers.
Andiamo a vedere nel dettaglio quanto accaduto.

DENVER NUGGETS – UTAH JAZZ 135-125 dopo OT(31-25, 28-27, 19-31, 37-32, 20-10)
Partita spettacolare e avvincente tra Denver e Utah: equilibrio, capovolgimenti di fronte, performance da urlo. Al termine di tutto ciò, a spuntarla è la squadra di Michael Malone, che si impone per 135-125 dopo un tempo supplementare. Decisivo il duo formato da Jamal Murray e Nikola Jokic: la guardia canadese mette a referto 36 punti e 9 assist, mentre il centro serbo (che aveva mancato l’occasione per vincerla nei regolamentari) timbra una doppia doppia da 29 punti e 10 rimbalzi, importante apporto dalla panchina anche per Grant (19) e Morris (14).

Dall’altra parte non basta una prestazione epica da record di franchigia per Donovan Mitchell: la guardia ventitreenne nativa di Elmsford mette a segno ben 57 punti aggiungendo anche 9 rimbalzi e 7 assist, ed entra nella storia nella Lega come terzo miglior marcatore in una singola partita dei playoff (meglio di lui solo Michael Jordan nel 1986 ed Elgin Baylor nel 1962). Ma avanti di 4 con 1:46 da giocare dalla fine dei regolamentari, Mitchell ha fatto una clamorosa infrazione di otto secondi non riuscendo a superare la metà campo in tempo. I Nuggets nell’azione successiva hanno segnato una tripla con Jamal Murray portandosi sul -1 portando poi il match al supplementare.

“È stato un mio errore come leader e come point guard in quel momento del match. Da parte mia errore terribile” ha detto Mitchell. “Mi stavo prendendo del tempo ma dovevo essere più attento. Era un momento cruciale del match”.


LOS ANGELES CLIPPERS – DALLAS MAVERICKS 118-110 (34-38, 32-31, 21-13, 31-28)
Partenza a razzo per i Clippers con un break di 18-2, ma i texani rispondono alla grande e risalgono la china chiudendo il primo tempo avanti di tre lunghezze; a fare la differenza è il terzo quarto in cui, complice l’espulsione di Kristaps Porzingis per il secondo fallo tecnico, i Clippers concedono ai Mavericks solamente 13 punti.

Implacabile Kawhi Leonard, autore di una doppia doppia da 29 punti e 12 rimbalzi; gli fa bene da spalla Paul George, che mette a segno 27 punti. Sull’altra sponda, esordio ai playoff da ricordare per Luka Doncic, che piazza 42 punti (record per un debuttante nella post-season), a cui aggiunge 9 assist, 7 rimbalzi, ma anche 11 palle perse.

“Terribile” ha detto Doncic della sua partita. “Non avrei mai dovuto fare 11 perse. Sono 11 possessi in più, pensate a quello. Devo fare meglio di così. 11 palle perse. Non ne ho mai avute così tante in carriera. Io voglio vincere. Sono orgoglioso della squadra. Abbiamo lottato sino alla fine. Ci abbiamo provato. Sono davvero orgoglioso”.

Inoltre, sempre parlando di record, solo Magic e Johnson e LeBron James hanno fatto una partita di playoff da 40+5+5 ad una età più giovane dei 21 di Doncic.

Doncic ha segnato 23 punti nel secondo tempo ed ha segnato o fatto assist su 66 degli 82 punti segnati da Dallas mentre lui era in campo.