NBA: I Jazz rovinano l’Italian Heritage Night in onore di Danilo Gallinari allo Staples

Danilo Gallinari
Danilo Gallinari – Laura Cristaldi (BasketItaly)

LOS ANGELES – Lo Staples Center vestito di tricolore, cappellino in regalo con bandiera italiana, ospiti importanti e gli occhi puntati su Danilo Gallinari, protagonista assoluto dell’Italian Heritage Night, la serata a tema organizzata dai Los Angeles Clippers in onore degli italiani e italo-americani di Los Angeles. Peccato che i Clippers hanno perso nettamente contro gli Utah Jazz per 109-129 al termine di una sfida dominata sempre dalla squadra ospite, in occasione della quale i padroni di casa non sono mai riusciti ad entrare in partita.

Molle sia in attacco che in difesa, la compagine allenata da Doc Rivers è andata subito sotto per 31-22 dopo un quarto, e non è riuscita a rientrare. I 28 punti di Donovan Mitchell e i 23 punti e 22 rimbalzi di Rudy Gobert hanno fatto male a una squadra che ha fatto fatica a pungere e ha colto così la quarta sconfitta consecutiva, che compromette la classifica e soprattutto intacca il morale.

Nella sua serata speciale, nella quale i Clippers rendevano omaggio all’importante eredità culturale italiana negli Stati Uniti e soprattutto nella Città degli Angeli, Danilo Gallinari è incappato in una prestazione negativa, con 9 punti (2 triple), 4 rimbalzi e un assist: è stata la seconda partita dell’anno nella quale l’azzurro non ha raggiunto la doppia cifra in quanto a annotazione. Il migliore dei padroni di casa è stato Lou Williams con 23 punti, ma la sua prolificità non è servita.

Italian Heritage Night, eventi collaterali e Gallo protagonista

Il tenore di origini napoletane e residente negli Stati Uniti dal 1998 Pasquale Esposito ha cantato l’inno degli Stati Uniti prima della sfida, con una performance degna di nota. Esposito, che 20 anni fa aveva vinto la green card e si era trasferito oltreoceano per seguire il sogno americano, è un ambasciatore della cultura e della musica del nostro paese in America, dove è molto conosciuto e apprezzato.

“È un onore essere presente per rappresentare la nostra bella cultura, quella italiana,” – ha dichiarato il tenore prima della sfida – “tra l’Italia e gli Stati Uniti c’è un’affinità di amore e di rispetto che parte da radici lontanissime”. Parlando del Gallo, non sono mancate parole d’elogio: “È un onore per l’Italia ed è un onore per lo sport avere un atleta che ha avuto tantissimi successi e che continua a brillare nel firmamento dello sport internazionale”.

Il video realizzato dai Clippers e trasmesso sul maxi-schermo dello Staples Center, dove i compagni di squadra di Danilo Gallinari dovevano pronunciare “precipitevolissimevolmente” e indovinare cosa volesse dire il termine più lungo del dizionario italiano è stato molto divertente. Ovviamente nessuno si è avvicinato neanche lontanamente alla pronuncia corretta. Mike Scott ha dato una spiegazione molto fantasiosa sul supposto significato e quando Gallo ha spiegato che voleva dire ‘quickly’, un attonito Tobias Harris ha dimostrato la sua sorpresa: “Tante lettere?”.

https://twitter.com/LAClippers/status/1085747609749209089?s=20

Dopo la partita, nonostante l’amarezza per la sconfitta e per la prestazione non certo positiva, Danilo Gallinari ha risposto alle domande dei tifosi che si erano uniti all’evento utilizzando un codice speciale in fase di acquisto del biglietti. Italiani e non, tutti sostenitori dell’ala azzurra, che hanno dimostrato il proprio affetto verso il massimo ambasciatore italiano nel mondo della pallacanestro a stelle e strisce con domande che hanno spaziato dal tecnico sulla fase che stanno vivendo i Clippers all’ameno, con la classica diatriba sul fatto se si possa considerare “legale” mettere l’ananas sulla pizza

“Mi piace l’ananas… Ma non sulla pizza!” – ha risposto disponibilissimo l’azzurro, cercando di tirare fuori un sorriso. Non sono mancati i consigli su dove poter trovare una pizza decente a Los Angeles, anche se “la miglior pizza si mangia sempre in italia”.

Ci sono state anche domande sulle differenze tra la pallacanestro europea e l’NBA, che l’ala dei Clippers considera “due sport differenti”, una menzione al suo idolo quando era piccolo: “Michael Jordan”, e allo sportivo italiano attuale che apprezza di più: “Valentino Rossi”.

‘Una partita da dimenticare’, le parole in esclusiva di Danilo

Danilo Gallinari- Laura Cristaldi (Basket Italy)

Dopo aver parlato con i media locali e con i tifosi, Danilo Gallinari ha analizzato in esclusiva per noi di BasketItaly la brutta sconfitta rimediata contro Utah.

“È stata una brutta partita, loro sono riusciti a controllarla sin dall’inizio: sono stati più bravi di noi sotto tutti gli aspetti… Ora abbiamo un giorno per riposare e per allenarci, e arrivare più pronti per la partita di venerdì”.

Rispetto alle sconfitte contro Pistons e Pelicans, contro i Jazz i Clippers non hanno mostrato segni di reazione.

“È mancata tanto l’energia, l’intensità… Sinceramente è mancato un po’ tutto; siamo anche andati sotto di 20. Insomma, una partita da dimenticare che può capitare in una stagione di così tante partite e speriamo che non capiti più”.

I sentimenti negativi iniziano ad affiorare.

“Sicuramente un po’ di arrabbiatura c’è, perché non siamo abituati a perdere tante partite di fila, e soprattutto a perdere senza lottare fino alla fine come vogliamo noi. Purtroppo stasera è andata così, sicuramente siamo arrabbiati e speriamo di poter trasformare questa rabbia in positività ed energia in vista della prossima partita”.

La prossima sfida in programma nella notte tra venerdì e sabato sarà contro i Golden State Warriors.

“È la squadra più in forma del momento, stanno facendo molto bene. Noi non siamo così in forma attualmente, però è una partita nella quale dobbiamo lottare e cercare di portare a casa”.