fbpx

GALLINARI ED I THUNDER LOTTANO FINO ALL’ULTIMO MA SI DEVONO ARRENDERE AI BUCKS DI ANTETOKOUNMPO

Credit: NBA Italia Digital
Credit: NBA Italia Digital

Altra sconfitta di misura per gli Oklahoma City Thunder di Danilo Gallinari, che nella nottata NBA cedono il passo ai Milwuakee Bucks dell’MVP Giannis Antetokounmpo, i quali riescono ad espugnare la Chesapeake Energy Arena di OKC col risultato finale di 121-119. Ennesima prestazione di cuore e di livello per i Thunder (in back-to-back) contro un avversario sulla carta nettamente più forte. Sfortunatamente però nel finale i dettagli puniscono nuovamente Gallinari e compagni.
Un tempo giocato alla pari, se non meglio, ed una clamorosa rimonta negli ultimi minuti non bastano ad OKC, che dopo esser riuscita a riagganciare Milwuakee con una tripla incredibile del Gallo in faccia ad Antetokounmpo a 33 secondi dal termine, si deve arrende agli ospiti.
Partita complicata per l’azzurro Danilo Gallinari, che in poco meno di 30 minuti sul parquet realizza 14 punti, 7 rimbalzi, 3 assist e 2 recuperi, tirando però con un negativo 4/17 dal campo e 2/10 dalla lunga distanza. Serata complicata anche in difesa, dove inizialmente si è trovato in marcatura sull’attuale MVP della lega Giannis Antetokounmpo, autore a fine partita di 35 punti e 16 rimbalzi. Lo sforzo in fase difensiva per arginare il talento greco da parte di Gallinari e compagni aveva però dato frutti nel primo tempo, nel quale Antetokounmpo aveva mostrato più volte molto nervosismo proprio a causa della marcatura degli avversari ed era stato tenuto a soli 11 punti realizzati.
Nonostante le molte difficoltà al tiro e l’iniziale 0/8 dal campo, il Gallo aveva comunque trovato il modo di rendersi protagonista nel finale, riportando i Thunder sulla parità a 33 secondi dalla fine con una tripla clamorosa in precario equilibrio in faccia proprio ad Antetokounmpo. Tripla purtroppo annullata dalla seguente realizzazione dalla lunga distanza di Brook Lopez che ha praticamente deciso l’incontro in favore dei Bucks.
Al di là del risultato, OKC ha dimostrato nuovamente di essere una squadra migliore di quello che si pensava ad inizio stagione ed il Gallo sta continuando a mettere in mostra tutte le sue qualità, trovandosi sempre più a proprio agio ai Thunder, nonostante le voci di mercato siano sempre insistenti e le valigie sempre pronte.