fbpx

Esclusiva – Danilo Gallinari (25 punti, 6 triple) racconta la sconfitta con i Pelicans

Danilo Gallinari
Danilo Gallinari (Ph. Laura Cristali – BasketItaly)

LOS ANGELES – Nuova pesante sconfitta per i Los Angeles Clippers di Danilo Gallinari, che cadono in casa contro un rivale diretto per la lotta Playoffs nella Western Conference, i New Orleans Pelicans, per 121-117.

Dopo un primo quarto di marca Clippers, chiuso avanti dai padroni di casa per 32-36, già nella seconda parte del secondo e soprattutto nel terzo gli ospiti hanno preso il sopravvento, grazie a un imperiale Anthony Davis, che ha chiuso la sua prestazione con 46 punti e 16 rimbalzi.

Sconfitta pesante”, – ha commentato un sconsolato Danilo Gallinari dopo l’incontro in esclusiva per BasketItaly – “la terza in fila che perdiamo, poi in casa, e quindi non bene. Dobbiamo trovare il modo per ricominciare a vincere, perché in questo momento perdere una partita o vincerla può cambiare due o tre posizioni nella Conference, e quindi specialmente a casa dobbiamo vincere”.

Nell’ultimo quarto i Clippers si sono rifatti sotto, rimontando e portandosi in vantaggio proprio grazie a un 3+1 di Danilo Gallinari, ma non è bastato, alla fine i Pelicans sono riusciti a strappare la vittoria.

“Purtroppo non riusciamo a giocare bene in difesa per 48 minuti”, – l’analisi del Gallo sul momento complicato della sua squadra – “ci sono momenti in cui giochiamo bene e altri che non giochiamo bene in difesa, ma per vincere la partita dobbiamo farlo per 48 minuti, e quindi dobbiamo migliorare sicuramente quella parte lì”.

L’azzurro è stato comunque autore di una splendida prova, con 25 punti (6/9 in triple), 6 assist e 4 rimbalzi. Le 1000 triple in NBA sono vicine (ora è a quota 977) e con una percentuale di 45.3% da oltre l’arco non è un’utopia che Danilo Gallinari venga scelto dall’NBA per partecipare al concorso di triple dell’All-Star Game, e per lui non sarebbe la prima volta.

“L’ho fatto nel 2010 e sarebbe bello tornarci, però è fondamentale anche avere un record positivo con la squadra, perché diventa molto importante soprattutto quando arrivi alla pausa per l’AllStar di febbraio. Vedremo, però… dobbiamo ricominciare a vincere”.

La chiave è la difesa. Perché offensivamente riusciamo sempre e comunque a trovare tante soluzioni, ma purtroppo la difesa dev’essere meglio. Abbiamo tanti buonissimi difensori e quindi dobbiamo migliorare, anche perché è il nostro focus dall’inizio dell’anno. Abbiamo iniziato molto bene, e dobbiamo continuare”.

Dopo Blake Griffin, l’azzurro si è ritrovato contro un altro top-player come Anthony Davis. Nello scontro con l’asso di New Orleans ci ha rimesso anche un pezzo di dente.

“È difficile, perché sono giocatori che fanno la differenza. Bisogna sempre giocare un’ottima difesa di squadra; è fondamentale giocare bene e coi ritmi giusti, essere con le distanze giuste, coi tempi giusti, e purtroppo non siamo riusciti a farlo bene”.

Il prossimo appuntamento con i Los Angeles Clippers e Danilo Gallinari è nella notte tra mercoledì e giovedì. In occasione della sfida contro gli Utah Jazz, allo Staples Center si celebrerà l’Italian Heritage Night. Sarà quindi un appuntamento particolare per il Gallo, oltre che una sfida che è diventata di vitale importanza.

Ecco il video dell’intervista:

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=sKR7brKjXLo]