fbpx

NBA: Danilo Gallinari chiude con vittoria la miglior regular-season della carriera

Danilo Gallinari Los Angeles Clippers
Danilo Gallinari – Credit: Los Angeles Clippers

Non è bastato ai Los Angeles Clippers la bella ed emozionante vittoria all’overtime contro gli Utah Jazz per 137-143 per evitare l’ostacolo Golden State Warriors ai Playoff. La squadra di Danilo Gallinari, affronta comunque con serenità il complicato matchup che si prospetta loro.

“Dobbiamo vincere la prossima partita giocando bene e poi concentraci sui Playoff,” – ha dichiarato il Gallo prima della sfida – “le ultime partite non abbiamo giocato bene, ma non ci si può dimenticare quello che abbiamo fatto prima. Vogliamo continuare a giocare la nostra pallacanestro e lo faremo anche ai Playoff”.

Danilo Gallinari, che contro Utah ha messo a segno 13 punti, 5 assist e 4 rimbalzi in 24 minuti, ha rassicurato sulle sue condizioni fisiche.

Tutto a posto. Ci stiamo occupando del mio piede, che sta migliorando, quindi spero di avvicinarmi al 100% della condizione per i Playoff”.

L’azzurro, che non disputa una partita di post-season dal 2012, non vede l’ora di iniziare, nonostante la stanchezza accumulata.

“Tutti sono stanchi, normale dopo una stagione così lunga. Ma poi ai Playoff c’è quell’energia ed eccitazione in più, che fa in modo che la stanchezza non si senta più. Non gioco i Playoff da tanto: è importante sia per me che per il franchise, è un momento emozionante. È per questi momenti che giochi a pallacanestro e ti impegni tutta la stagione. Ci sono alti e bassi, che servono a prepararti per questi istanti”.

https://twitter.com/NBAItalia/status/1116241980567146496?s=20

Il segreto per battere Golden State?

“Innanzitutto dobbiamo giocare per 48 minuti, non possiamo avere black-out,” – ha confermato Danilo Gallinari – “poi bisogna essere concentrati sul piano partita, in modo da eseguirlo sia in attacco che in difesa per 48 minuti. Anche i rivali si preparano per giocare contro di te, quindi è necessario fare le stesse cose che durante la stagione, ma un po’ meglio“.

Danilo Gallinari ha chiuso la regular-season 2018-19 con numeri eccellenti. 19.8 punti e 6.1 rimbalzi a partita tirando dal campo con il 46.3% sono tutti massimi in carriera per il lombardo, che ha fatto registrare anche 2.6 assist, e il tutto in 30.3 minuti a partita, decisamente meno rispetto ai 34.7 registrati a Denver nel 2015-16 (la sua seconda miglior stagione in quanto a punti con 19.5).

Il numero 8 dei Clippers si è inoltre ritagliato un posto tra i migliori in assoluto del campionato in quanto a percentuale di realizzazione in tiri liberi (quarto con 90.4%) e triple (quinto con 43.3%).

Danilo Gallinari è leader in quanto a punti per possesso palla (per 1000 o più possessi) dell’NBA, nonché l’unico giocatore del campionato capace di mettere a referto più di 19 punti e 6 rimbalzi, tirando con almeno il 43% da tre. Durante il 2018-19, l’azzurro ha messo a segno almeno 20 punti in occasione di 29 partite.

Queste statistiche eccellenti non sono passate inosservate ad appassionati e addetti ai lavori.

“Quelli che si erano dimenticati di me o sono stupidi o hanno la memoria corta – aveva dichiarato il giocatore durante un’intervista conviviale con i colleghi del Los Angeles Times, riferendosi a haters e detrattori, che, nel corso dell’ultima stagione costellata di problemi fisici, sembravano essersi dimenticati di quanto forte e determinante può essere Danilo Gallinari quando sta bene con se stesso e con i suoi compagni di squadra.

Appuntamento quindi nella notte tra sabato e domenica alle 2.00 per Gara 1 dei Playoff: Los Angeles Clippers @ Golden State Warriors. Difficile. Difficilissimo. Ma non impossibile.