fbpx

NBA: Danilo Gallinari protagonista nella vittoria di OKC; vince Melli, perde Belinelli

Danilo Gallinari
Danilo Gallinari, ancora decisivo per OKC – Credit: Thunder Digital

Sabato notte intenso per gli azzurri impegnati in NBA. Sono scesi in campo tutti e tre, con sorti alterne. I 9 punti di Marco Belinelli non sono serviti ai suoi Spurs, che hanno perso in casa contro i Boston Celtics; poco protagonismo per Nicolò Melli in occasione della vittoria dei Pelicans sugli Hornets, mentre fondamentale – come sempre – il contributo di Danilo Gallinari al successo dei Thunder sugli spuntati Warriors, con anche un’interessante curiosità statistica.

Ripassiamo brevemente quanto avvenuto sui tre parquet dove hanno giocato gli azzurri.

Boston Celtics @ San Antonio Spurs 135-115

I Celtics non hanno avuto troppi problemi a imporsi in casa degli Spurs, che venivano dalla vittoria contro i Thunder. Dopo un primo sprazzo favorevole ai texani, i Boston Celtics hanno subito preso la partita in pugno, dominando con 30 punti, 7 rimbalzi e 3 assist di Jaylen Brown e 26 punti, 8 assist e 5 rimbalzi di Kemba Walker. Da parte degli uomini di Gregg Popovic i migliori sono stati DeMar DeRozan con 22 punti e Patty Mills con 20. Per Marco Belinelli 9 punti, 3 assist e un rimbalzo in 18 minuti.

La compagine di Brad Stevens, che con questa vittoria mantiene il primo posto in solitario nella East Conference con 7 vittorie e una sola sconfitta, non può comunque festeggiare, per la brutta notizia arrivata dall’infermeria. Gordon Hayward si è infatti fratturato la mano sinistra in uno scontro fortuito di gioco con LaMarcus Aldridge dopo neanche un quarto d’ora in campo, e solo lunedì, dopo una visita specialistica con eventuale operazione, si conosceranno i tempi di recupero dello sfortunato giocatore, che stava tornado ai suoi migliori numeri dopo il terribile infortunio alla caviglia di due stagioni fa.

New Orleans Pelicans @ Charlotte Hornets 115-110

Un finale di ultimo quarto favorevole alla squadra ospite ha permesso ai New Orleans Pelicans di uscire vittoriosi a sorpresa da Charlotte. Sfida molto equilibrata per tutta la sua durata, con un bel gioco corale messo in mostra dai ragazzi di Alvin Gentry. Brandon Ingram è stato il migliore con 25 punti, e 9 rimbalzi, seguito da JJ Redick, autore di 22 punti (5/9 in triple). Negli Hornets da segnalare la doppia doppia di Devonte’ Graham, con 24 punti e 10 assist. Nicolò Melli ha giocato per poco meno di 5 minuti e ha preso un rimbalzo.

Golden State Warriors @ Oklahoma City Thunder 108-114

I Thunder di Danilo Gallinari ritrovano la vittoria imponendosi per la seconda volta in questa stagione ai decimati Warriors, privi di tutte le proprie stelle che hanno reso la squadra di Steve Kerr la più vincente della storia recente. Solo D’Angelo Russell, autore di 30 punti e 7 assist, ha cercato di impensierire i padroni di casa fino alla fine. Gli uomini di Billy Donovan, che sono andati all’intervallo sul +17, hanno visto come Golden State è riuscita a portarsi avanti per la prima e unica volta in apertura di ultimo quarto, ma con Chris Paul nuovamente al timone della squadra dopo la rotazione in panchina, non ci sono stati più sussulti.

Splendido ancora una volta Danilo Gallinari, top-scorer dei suoi con 21 punti (6/11 dal campo, 4/6 in triple e 5/6 dalla lunetta), 5 rimbalzi e 3 assist in 30 minuti in campo. Sontuoso l’azzurro, che sta continuando a migliorare la percentuale di realizzazione dalla lunga distanza (47.5%) e ha dimostrato anche una bella intesa con il compagno di reparto Steven Adams. Il sedicesimo punto del Gallo, arrivato con un tiro libero, è stato il suo 8.888º punto in carriera in NBA: una curiosità statistica per il lombardo, nato l’8/8/88 e che per questo indossa la maglietta numero 8. Se continua con questo ritmo, Danilo Gallinari potrebbe entrare nell’esclusivo club dei 10.000 entro fine stagione.

Chris Paul (16 punti, 9 assist, 5 rimbalzi e 3 rubate) e il centro neozelandese (13 punti e 8 rimbalzi) sembrano sempre più implicati in una causa che potrebbe non essere persa in partenza come si pensava a inizio stagione. I Thunder, infatti, conquistato la quarta vittoria stagionale e si avvicinano alla zona Playoff.