NBA: Non bastano 25 punti di Danilo Gallinari, i 76ers battono i Clippers con super Embiid

Danilo Gallinari
OKLAHOMA CITY, OK – OCTOBER 30: Danilo Gallinari #8 of the LA Clippers drives to the basket against the Oklahoma City Thunder on October 30, 2018 at Chesapeake Energy Arena in Oklahoma City, Oklahoma. (Photo by Zach Beeker/NBAE via Getty Images)

Seconda battuta d’arresto consecutiva per i Los Ageles Clippers di Danilo Gallinari, che dopo la brutta sconfitta rimediata due giorni fa a Oklahoma City contro i Thunder, perdono anche a Philadelphia contro i 76ers per 113-122.

Dopo un primo quarto abbastanza equilibrato, terminato con i padroni di casa avanti per 30-34, un orribile secondo quarto da parte della compagine allenata da Doc Rivers ha mandato i suoi negli spogliatoi con il netto svantaggio di 57-72. Nella ripresa si è vista un’altra squadra. Al contrario di quanto vissuto contro OKC, dove i Clippers avevano disputato un ottimo primo tempo per poi crollare rovinosamente nel terzo quarto, a Philadelphia il terzo quarto è stato di gran lunga il frangente migliore per i californiani, che hanno aumentato il livello difensivo e chiuso con un parziale di 29-18.

Dopo essere stati sotto anche di 20 punti (52-72) sul finire del secondo quarto, i Los Angeles Clippers sono riusciti addirittura a portarsi in vantaggio di 4 punti grazie a due triple consecutive di Danilo Gallinari. L’azzurro, anche in quest’occasione, nonostante qualche errore al tiro, è stato fondamentale nell’economia del gioco dei suoi, raggiungendo quota 25 punti segnati, mantenendosi caldo dalla lunga distanza (4/8 in triple) e assolutamente impeccabile dalla lunetta, con 11/11 in tiri liberi. La sua capacità di prendere falli è una delle tante armi offensive dell’azzurro, che contro i 76ers abbiamo visto effettuare importanti giocate difensive. Per lui anche 8 rimbalzi.

Dopo esere andati all’ultimo riposo sotto di quattro (86-90), i Clippers hanno continuato a lottare per buona parte dell’ultimo quarto, per soccombere solo nel finale, battuti dai colpi di quella forza della natura che è Joel Embiid, che neanche il gigante buono Boban Marjanovic è riuscito a fermare. Nonostante essersi caricato presto di falli, il centro del Camerun ha chiuso con 41 punti e 13 rimbalzi. Da parte dei Clippers, a parte Danilo Gallinari, altri due uomini sono andati oltre i 20: Lou Williams con 26 punti e Tobias Harris con 24. Da segnalare i 15 punti, 11 rimbalzi e 3 stoppate di Boban Marjanovic in 22 minuti di gioco.

Ovviamente le sconfitte fanno tutte male, ma l’immagine offerta dalla squadra nel secondo tempo di Philadelphia è stata positiva, e Doc Rivers deve partire da lì per rifarsi già nella notte tra venerdì e sabato, quando i Clippers affronteranno gli Orlando Magic nel primo back-to-back stagionale.