fbpx

EuroBasket 2013, chi sono le favorite?

Datome Bargnani BelinelliSiamo ormai giunti ad un mese dai campionati Europei che si svolgerà in Slovenia il prossimo settembre, con tutte le squadre che hanno iniziato la preparazione ed alcune hanno disputato le prime amichevoli. Per avere un’idea di chi parta favorito a bocce ferme e con i roster ancora di 16-18 giocatori, si potrebbe fare un giro sui siti di

scommesse sul basket. In questo senso la favorita per i bookie è la Spagna che, nonostante le assenza importanti (Pau Gasol e Navarro su tutti), si merita i favori del pronostico sia perché Campione uscente, sia perché ha un pacchetto esterni di primissimo livello. Qualche dubbio c’è sotto canestro, visto che l’unica superstar sarà Marc Gasol. Ad insidiare la Spagna ci sono subito Grecia e Francia, che si giocheranno sicuramente un posto sul podio. La Francia può contare, inoltre, su un primo girone piuttosto abbordabile, dove affronterà squadre non di primissimo livello (Israele, Gran Bretagna, Ucraina, Belgio e Germania, oltre appunto la Francia nel girone A). Per la Grecia sarà importante vedere l’impatto dei due greci ex Milano, Fotsis e Bourousis, dopo una stagione non sempre all’altezza e vedere come si comporterà Trinchieri, alla sua prima esperienza da head coach in una nazionale maggiore. Tra le possibili outsider ci sono i padroni di casa della Slovenia, la Russia e la Lituania, che si presentano al via con diverse assenze, ma che possono comunque dire la loro. Di questo lotto da temere c’è sicuramente la Slovenia visto che giocano in casa, mentre la Russia si presenterà con moltissime assenze, sopratutto sotto canestro. E l’Italia? L’Italia è ben più in là della linea degli outsider, con tutti i siti di scommesse basket che le regalano una quota certo invitante (25,00) quanto indice della scarsa fiducia per una vittoria finale azzurra. Le assenze di Gallinari e di Hackett non permettono certo di pensare diversamente, visto che l’infortunio dell’ala dei Denver Nuggets ha tolto diverse soluzioni tattiche al Ct Pianigiani e ha lasciato la spedizione azzurra senza il suo leader carismatico (non ce ne vogliano gli altri giocatori).
Ovviamente questi discorsi lasciano il tempo che trovano in questo momento, visto che manca un mese all’inizio e bisognerebbe vedere almeno qualche partita prima di offrire valutazioni attendibili e siamo sicuri che il campo smentirà diverse delle previsioni dei bookie.

 

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *