Nazionale, i 16 convocati dal CT Sacchetti per le sfide a Lituania e Polonia

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Altre due gare decisive sulla strada per il Mondiale 2019. Gli Azzurri, secondi nel gruppo J dietro la Lituania e in vantaggio su tutte le altre formazioni, si raduneranno a Brescia lunedì 26 novembre per preparare la sfida casalinga ai baltici (29 novembre al PalaLeonessa) e quella esterna alla Polonia (2 dicembre a Danzica). Il CT Meo Sacchetti ha scelto i 16 giocatori che proveranno a guadagnarsi, già in questa finestra, il pass per la rassegna iridata in programma il prossimo anno in Cina.

Nella lista si riaffaccia Alessandro Gentile, le cui ultime apparizioni in Azzurro risalgono esattamente a un anno fa, ovvero le due presenze nella prima finestra contro la Romania a Torino e la Croazia a Zagabria. Le ottime prestazioni in questo inizio di campionato di Serie A sono valse la chiamata a Giampaolo Ricci, che a Cremona è una delle più belle rivelazioni della stagione. Ricci, inserito più volte nella long list del CT, è stato il capitano della Nazionale Sperimentale nella scorsa estate. Tornano anche Fontecchio e Polonara dopo aver saltato entrambi la quarta finestra.

I 16 convocati per il raduno di Brescia

Awudu Abass (1993, 200, A, Germani Basket Brescia)
Pietro Aradori (1988, 196, A, Segafredo Virtus Bologna)
Paul Biligha (1990, 200, C, Umana Reyer Venezia)
Christian Burns (1985, 203, A/C, A|X Armani Exchange Milano)
Andrea Cinciarini (1986, 193, P, A|X Armani Exchange Milano)
Ariel Filloy (1987, 190, P, Sidigas Avellino)
Diego Flaccadori (1996, 193, G, Dolomiti Energia Trentino)
Simone Fontecchio (1995, 203, A, A|X Armani Exchange Milano)
Alessandro Gentile (1992, 200, G/A, Movistar Estudiantes Madrid – Spagna)
Achille Polonara (1991, 205, A, Banco di Sardegna Sassari)
Giampaolo Ricci (1991, 201, A, Vanoli Cremona)
Brian Sacchetti (1986, 200, A, Germani Basket Brescia)
Amedeo Tessitori (1994, 208, C, De’ Longhi Treviso)
Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)
Luca Vitali (1986, 201, P, Germani Basket Brescia)
Michele Vitali (1991, 196, G, MoraBanc Andorra – Spagna)

Giocatori a disposizione

Leonardo Candi (1997, 190, P, Grissin Bon Reggio Emilia)
Francesco Candussi (1994, 211, C, Scaligera Basket Verona)
Raphael Gaspardo (1993, 207, A, Grissin Bon Reggio Emilia)

Riccardo Moraschini (1991, 194, G/A, Happy Casa Brindisi)
Davide Pascolo (1990, 203, A, Dolomiti Energia Trentino)
Andrea Pecchia (1997, 196, G/A, Remer Treviglio)

Lo Staff

Capo Delegazione: Giovanni Petrucci
Commissario Tecnico: Romeo Sacchetti
Assistenti: Lele Molin, Massimo Maffezzoli, Paolo Conti
Preparatore Fisico: Matteo Panichi
Ortopedico: Raffaele Cortina
Medico: Sandro Senzameno
Fisioterapisti: Roberto Oggioni, Francesco Ciallella
Team Director: Roberto Brunamonti
Team Manager: Massimo Valle
Addetto Stampa: Francesco D’Aniello
Videomaker: Marco Cremonini
Addetto ai Materiali: Curzio Garofoli

FIBA WORLD CUP 2019 QUALIFIERS #FIBAWC
Girone J: Italia, Lituania, Polonia, Paesi Bassi, Croazia, Ungheria

Prima giornata – 14 settembre 2018
Italia – Polonia 101-82
Paesi Bassi – Ungheria 59-74
Croazia – Lituania 83-84

Seconda giornata – 17 settembre 2018
Ungheria – Italia 63-69
Lituania – Paesi Bassi 95-93
Polonia – Croazia 79-74

Terza giornata – 29 novembre 2018
Italia – Lituania (20.15, PalaLeonessa, Brescia – diretta su SkySport)
Paesi Bassi – Polonia (20.00, Maasport, Den Bosch)
Croazia – Ungheria (18.00, Sports Hall Gradski Vrt, Osijek)

Quarta giornata – 2 dicembre 2018
Polonia – Italia (20.15, ERGO Arena, Danzica – diretta su SkySport)
Lituania – Croazia (19.30, Siemens Arena, Vilnius)
Ungheria – Paesi Bassi (16.00, Tuskecsarnok, Budapest)

Quinta giornata – 22 febbraio 2019
Italia – Ungheria
Paesi Bassi – Lituania
Croazia – Polonia

Sesta giornata – 25 febbraio 2019
Lituania – Italia
Polonia – Paesi Bassi
Ungheria – Croazia

La classifica del Girone J*

Lituania 16 punti** (8/8)
Italia 14 (6/2)
Polonia 12 (4/4)
Ungheria 12 (4/4)
Paesi Bassi 11 (3/5)
Croazia 11 (3/5)

*FIBA assegna due punti per la vittoria e uno per la sconfitta
** già qualificata

Ufficio Stampa Fip