Lituania, la rabbia di coach Adomaitis. “Chiedete alla FIBA perchè non ci hanno dato 3 arbitri europei!”

L'immagine può contenere: 12 persone, persone in piedi, scarpe e campo da basket

Mentre la FIBA sul suo canale ufficiale su Youtube non pubblica la conferenza stampa post-partita di Francia-Lituania, vi mostriamo l’errore dell’arbitraggio nell’ultimo minuto del match conclusosi 78-75 per i Blues che ha eliminato i lituani dal Mondiale.

A 30” dalla sirena finale sul risultato di 76-75 per i francesi, Jonas Valanciunas sbaglia il secondo dei suoi tiri liberi, e Rudy Gobert ricaccia la palla fuori facendo chiaramente goaltending, vale a dire interferenza a canestro. Gli arbitri non hanno nemmeno rivisto l’azione all’Istant Replay. Nel capovolgimento dell’azione, poi è arrivato il canestro decisivo di Nando de Colo che ha di fatto chiuso il mondiale della Lituania.

Se la Federazione lituana ha deciso di fare ricorso alla FIBA, il coach dei baltici Dainius Adomaitis in conferenza stampa ci è andato giù piuttosto duro con gli ufficiali di gara. L’allenatore si è lasciato andare ad un furioso sfogo a causa dell’errore ed in generale tutta la direzione arbitrale che ha eliminato la formazione baltica dal Mondiale.

Perché chiedete a me dell’arbitraggio? E’ la seconda partita di fila che ci succede. Prima giochiamo a rugby contro l’Australia, poi contro la Francia non permettono alcun contatto. E’ un c***o di scherzo! Non è pallacanestro. In queste situazioni non devi essere intelligente, devi essere onesto. Questi ragazzi stanno spendendo tutta la loro estate, due mesi, senza le loro famiglie. E ricevono zero dollari in cambio! Grande rispetto per loro, ma qualcuno non sta rispettando il gioco.

Queste invece le dichiarazioni del coach della Nazionale baltica raccolte dal giornalista Donatas Urbonas.

Sul fatto che la terna abbia deciso di non rivedere l’episodio controverso: “Spendiamo migliaia di dollari per avere quel sistema e loro non potevano semplicemente controllare? Sono dispiaciuto per i miei giocatori”.

Poi, a chi gli chiedeva come mai fossero stati scelti due arbitri sudamericani su tre per una sfida tra due team europei: “Grazie per la domanda! Non serviva essere molto intelligenti per una cosa del genere, bastava darci tre arbitri europei…Dovresti chiedere alla FIBA”

Infine il coach rivela che nel quarto periodo uno degli arbitri ha detto ad uno dei suoi giocatori che era entusiasta di arbitrare una partita del genere, che si sentiva come se fosse la prima volta. “Questi ragazzi non sanno fare il loro lavoro”