Home Nazionale Mondiali 2019 FIBAWC: la Lituania ai Mondiali tra tante certezze e gioco di squadra.

FIBAWC: la Lituania ai Mondiali tra tante certezze e gioco di squadra.

0

Immagine correlata

foto da 15min.it

La Nazionale di pallacanestro della Lituania è l’orgoglio del Paese baltico, tanto da pensare che è l’unica nazione al Mondo insieme alle Filippine dove il basket è sport nazionale. Allenata dal coach Dainius Adomaitis, si presenta a questa FIBA World Cup con una squadra di livello indubbio che infonde sempre fiducia e affidabilità, come è sempre stato nella sua storia, ma il tabellone non permetterà alcun passo falso, e il rischio di una clamorosa eliminazione prematura al primo turno è comunque concreto. Anche perchè è forse apparsa finora poco brillante in fase di preparazione in vista dei Mondiali targati FIBA, ma bisogna considerare che le uniche sconfitte sono arrivate contro avversarie di alto livello come Spagna e Serbia.

Comunque sia, i baltici hanno decisamente qualcosa da dire ai Mondiali, facendo della metodica e della tattica il loro punto di forza. Ce ne sono tanti di campioni e la squadra, ad ogni uscita, punta ad arrivare al massimo. L’ala ex Olimpia Milano e ora all’Olympiacos Mindaugas Kuzminskas potrebbe essere la chiave che sblocca il cammino dei suoi verso traguardi importanti. Giocatore capace di muovere il gioco e che dal suo ritorno in Europa, dopo la breve parentesi in NBA con i New York Knicks, è riuscito ad alzare al netto delle prestazioni il livello delle sue partite. Non è presente solo Kuz, ovvio, perchè dietro ai soliti ultratrentenni Mantas Kalnietis, Jonas Maciulis, Renalds Seibutis e Paulius Jankūnas che raramente falliscono quando indossano la canotta giallo-verde, vi è il duo NBA formato da Domantas Sabonis (figlio della leggenda Arvydas Sabonis) e Jonas Valanciunas che offrono quella solidità sotto-canestro da poter dominare il parquet di gioco. Nel Mondiale spagnolo del 2014 fu sconfitta dalla Francia nella finalina 3°/4° posto, difficile ripetersi, ma mai dire mai con la Lituania…

L'immagine può contenere: 12 persone, persone in piedi, scarpe e campo da basket

PUNTI DI FORZA

La Lituania, 6a nel ranking FIBA, è capace di far diventare il proprio gioco quello delle altre squadre. Con un timbro vecchio stile fatto di scarichi sul perimetro e spaziature che portano i propri lunghi dritti verso il canestro avversario, riescono ad ottimizzare le lacune che il proprio organico ha in confronto alle grandi corazzate che la vetrina del Mondiale FIBA mette in risalto. Farà leva sulla sua grande fisicità, composta da atleti d’esperienza e di assoluta qualità.

PUNTI DEBOLI

Come dimostrato nelle sconfitte contro Serbia (72-68; 95-91) e Spagna (78-70) nella preparazione in vista del torneo iridato, i baltici lottano sicuramente sino alla fine delle partite, ma se incappano in giornate negative causa prestazioni sottotono dei giocatori simbolo Valanciunas sotto-canestro e Kalnietis in regia, lo si percepisce subito se la squadra non gira e soffre gli avversari.

L'immagine può contenere: 1 persona, sta praticando uno sport e spazio all'aperto

Mantas Kalnietis.

PRONOSTICO

Dovendo pronosticare il cammino di questa squadra nel Mondiale firmato FIBA, vi diremmo di lanciare una monetina e di scegliere il classico testa o croce per arrivare a capire come la nazionale di Dainius Adomaitis può affrontare ogni singola partita di questa competizione. Difficile dire dove possa arrivare questa squadra. Restando con i piedi per terra e non sognando troppo, la nazionale figlia di Arvydas Sabonis può tranquillamente superare la fase a gironi (Canada permettendo) e competere per un posto nelle prime 8 al mondo (Francia e Australia permettendo nella 2a fase).

LA ROSA DELLA LITUANIA

  • Mantas Kalnietis, G, 1986, Lokomotiv Kuban (Russia)
  • Edgaras Ulanovas, A, 1992, Žalgiris Kaunas (Lituania)
  • Mindaugas Kuzminskas, A, 1989, Olympiacos (Grecia)
  • Renalds Seibutis, G, 1985, Basket Zaragoza (Spagna)
  • Rokas Giedraitis, G, 1992, Alba Berlin (Germania)
  • Jonas Valanciunas, C, 1992, Memphis Grizzlies (USA)
  • Domantas Sabonis, A/C, 1996, Indiana Pacers (USA)
  • Lukas Lekavičius, G, 1994, Žalgiris Kaunas (Lituania)
  • Paulius Jankūnas, A/C, 1984, Žalgiris Kaunas (Lituania)
  • Marius Grigonis, G, 1994, Žalgiris Kaunas (Lituania)
  • Arnas Butkevičius, A, 1992, Lietuvos Rytas Vilnius (Lituania)
  • Jonas Mačiulis, A, 1985, AEK Atene (Grecia)

COACH: Dainius Adomaitis, 1974

https://www.facebook.com/KrepsinioNamai/photos/a.146185255336/10157718871185337/?type=3&theater

IL CALENDARIO

Il Girone H è probabilmente quello con più punti interrogativi che il Mondiale FIBA in Cina presenta. Australia e Lituania sono oggettivamente le favorite, ma guai a sottovalutare il Canada, nonostante abbia perso diversi giocatori durante la preparazione, con il Senegal a partire un passo indietro. La certezza è una soltanto: ogni Nazionale ha una reale possibilità di competere per strappare un pass che va oltre il proprio girone di qualifica.

  • 01/09/2019, 13.30 (ora italiana) – Senegal vs Lituania
  • 03/09/2019, 13.30 (ora italiana) – Lituania vs Canada
  • 05/09/2019, 13.30 (ora italiana) – Lituania vs Australia

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata