#FIBAWC : Italbasket l’eterna incompiuta! Contro la Spagna finisce 67-60

Una sconfitta che fa male, molto male, perché è arrivata dopo una gara per deboli di cuore e dove pigli aveva fatto vedere dei bellissimi spunti!
Spiace perché a 4 minuti dal fine gli azzurri hanno smesso praticamente di giocare.
Spiace perché si poteva, anzi di doveva sbagliare meno.

Ecco la cronaca della gara

Primo Quarto
SPAGNA 18 – 18 ITALIA

Poco pubblico sugli spalti di Wuhan, ma gli azzurri non possono farsi distrarre dall’atmosfera: tutto in una partita per gli azzurri che possono solo vincere per tenere in vita il sogno di andare ai quarti.

L’Italia schiera nel quintetto iniziale Daniel Hackett, Marco Belinelli, Gigi Datome, Danilo Gallinari e Paul Biligha.

Inizio di primo quarto pazzesco i primi dieci minuti vedono un Italia devastante grazie ai tanti errori da parte degli iberici.
Una Spagna talmente brutta che si fatica a pensare che possa essere vera.
L’Italia si porta infatti sul 5-15.
Scariolo lo nota, e cambia parecchio durante il timeout.
La Spagna diventa molto più fisica e si porta a -5.
Un’Italia che cerca di capitalizzare ogni singolo errore degli avversari senza però riuscirci.
Nel timeout chiamato da Sacchetti il Gallo viene incaricato di portarsi sulle spalle la squadra ma senza successo,ma con l’ingresso di Llul la Spagna cambia marcia e si porta sul 18-18.

Secondo Quarto

SPAGNA 30 – 31 ITALIA

L’Italia subisce ancora fisicamente alcuni falli antisportivi punibili a livello FIBA, gli arbitri pero non si avvalgono degli istanti replay.
Vitali è in difficoltà e l’Italia lo segue annaspando un po’ sulla pressione spagnola.
La Spagna ne approfitta e si porta a +8
Rubio spreca molto! tante palle perse dagli spagnoli e sopratutto tutte banali l’Italia dovrebbe approfittarne di più e invece no, regala troppi possessi.
È una gara giocata sugli errori non irresistibili delle due squadre.
L’aggressività della Spagna è al limite a Rubio è fischiato un’antisportivo per fallo su Gallinari.
Assurda la scelta dell’arbitro dopo la visione del replay che non punisce il gesto dello spagnolo.
L’Italia ci prova e si porta sul -2 con una magia di Gentile.
Percentuali molto basse sul tiro da tre per le due squadre fino a questo momento.
Un Gallinari impressionate sul finale di questo secondo quarto ad ora l’unico italiano in doppia cifra (10 punti) porta in vantaggio la sua squadra.
Si va negli spogliatoi sul +1 per gli azzurri.
14 punti però della Spagna in contropiede gli azzurri devono stare molto più attenti.

Terzo Quarto

SPAGNA 48 – ITALIA 50

Si riparte con lo stesso quintetto con il quale Sacchetti ha iniziato il match: Daniel Hackett, Marco Belinelli, Gigi Datome, Danilo Gallinari e Paul Biligha.

Viaggia la Spagna e gli italiani subiscono la freschezza di Hernangomez! +4 per gli spagnoli!
A nostro avviso, quello di questa sera è un’arbitraggio inadeguato per l’importanza della gara che si sta giocando.
Il ritmo troppo basso in fase offensiva dell’Italia da modo agli spagnoli di schierare la difesa questo spinge gli azzurri a tentare e forzare tiri impossibili che ovviamente non vanno.
L’Italia è alle corde a metà del terzo quarto anche in questo caso l’atletismo della Spagna la fa da padrona.
Massimo vantaggio Spagna che si porta a + 8.
L’Italia si riporta sotto trascinata da Gallinari e Della Valle, che è entrato benissimo in partita- 2 Italia.
la Spagna concede troppi contropiedi all’Italia sul finale di quarto.
Il terzo periodo si chiude sul 48-50 per la Spagna.
Il quarto periodo sarà qualcosa di esagerato.

Quarto Quarto

SPAGNA 67 – 60 ITALIA

Ultimi dieci minuti per le speranze delle due squadre.
48% da due per la Spagna, un dato che fa comprendere quanto buono sia stata la prova dell’Italia a livello difensivo!
Ultimi 8 minuti di gara. Straordinaria intensità di gara sino a questo momento solo 2 punti segnati in 3 minuti.
Una partita bellissima per i tifosi neutrali un colpo al cuore per chi ama queste sue squadre.
Italia aggrappata alla gara nonostante sia in vantaggio contro questa Spagna non è facile per nessuno.
Gallinari tripla! Controllata dall’arbitro per posizione dubbia del piede del Gallo. Confermati i tre punti e siamo a +4!
3 orrendi attacchi azzurri la Spagna ne approfitta e si porta sul +2 quando mancano 2 minuti e 48.
La Spagna approfitta di tutti gli errori italiani e porta a casa una partita bellissima.
Seconda sconfitta per gli azzurri nella competizione che hanno però fatto vedere un grandissimo atteggiamento assieme a un cuore esagerato!
Un’Italia che però ripresenta sempre suoi limiti nelle occasioni che contano e che a 4 minuti dal termine a praticamente smesso di giocare, e con la Spagna questo non te lo puoi permettere!
C’è speranza per il preolimpico noi vogliamo crederci ancora!
L’8 settembre ci aspetta Porto Rico!

MVP: Juancho Hernangomez
Migliore degli Azzurri: Paul Biligha
Miglior Marcatore: Juancho Hernangomez
Miglior Rimbalzista: Victor Claver
Assistman: Rudy Fernandez