fbpx

[VIDEO] – L’Italia piazza l’impresa contro la Francia nel primo match dell’Europeo U20

Una grande Italia batte la Francia 76-70 all’esordio dell’Europeo U20, battendo la squadra meglio accreditata per arrivare prima nel girone.

Una partita difficile, in cui i transalpini potevano schierare l’ala Jean Charles, appena draftato dai San Antonio Spurs, il tiratore Invernizzi e il centro Jaiteh, capace di mettere in difficoltà la squadra azzura, scesa in campo con solo due lunghi di ruolo. Nonostante questo la prova degli Azzurri si rivela superiore, sopratutto a livello corale visto il 41-6 dei punti dalla panchina e i ben 5 giocatori in doppia cifra.

 

Il primo quarto inizia male, con la Francia che subito scappa a +13 dopo 8′ con un tiro di libero di Jean Charles, che raggiunge già nel primo quarto la doppia cifra, per poi spegnersi inesorabilmente (14 alla fine per lui, uscito anzitempo per falli). La partita comunque è lunga e l’Italia si avvicina sul 17-26 al primo intervallo, con una tripla di Tonut. Nel secondo parziale la squadra di coach Sacripanti ricuce lo svantaggio fino al 28-30 con un piazzato di Abass, ma la Francia riesce ad allungare ancora con Jaiteh, che firma il 36-42 con cui si va al riposo lungo. Brilla la prestazione di Chillo che mette insieme 9 punti, ma anche 3 falli che lo tolgono dalla partita. La nazionale azzurra è in partita nonostante un brutta percentuale dal campo (37%) e il dominio dei francesi a rimbalzo, una corveè da pagare vista l’impostazione voluta dare alla squadra dal coach. La Francia piazza subito un parziale di 4-0, ma il controbreak azzurro è dietro le porte: Imbrò (primi tiri dal campo per lui), Tonut e Landi piazzano tre triple che ricuciono lo strappo, prima che ancora Landi firmi il sorpasso sul 49-47. Coach Toupan inspiegabilmente non chiama timeout e l’Italia può scappare sul 54-47, prima di farsi riprendere da un parziale di 5-0 firmato Invernizzi. All’ultimo riposo la situazione è di perfetta parità sul 54-54. Imbrò si carica la squadra sulle spalle e la guida a due possessi di vantaggio, un vantaggio portato fino in fondo, nonostante i tentativi dei transalpini di riavvicinarsi con Jaiteh e Jean Charles (prima del quinto fallo). In questo frangente si è rivelata decisiva la tripla di Della Valle, che nonostante una prova un po’ in ombra, ha piazzato una bomba decisiva sul 71-64. La partita si chiude con una schiacciata di Abass che fissa il punteggio sul 76-70.

Il top scorer degli Azzurri è stato Laganà autore di 16 punti di cui ben 10 dalla lunetta, visto che dal campo ha tirato con un più che modesto 3/11, mentre Imbrò ha dimostrato di poter guidare questa squadra mettendo insieme 11 punti (9 nel secondo tempo), subendo 8 falli e smazzando 6 assist, a dimostrazione della maturità del giocatore, nonostante sia un anno più piccolo della media.

Il cammino dell’Italia non poteva iniziare meglio, ma ormai è già tempo di pensare alla sfida di domani contro la Repubblica Ceca.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *