fbpx

[Video] Euro2013- Italia da sogno, battuti i campioni spagnoli! Ora ai quarti la Lituania

ItaliaUltima partita della seconda fase a gironi per Italia e Spagna, che si affrontano questo pomeriggio nella sfida che vale il terzo posto della classifica. Le due squadre infatti sono già qualificate ai quarti di finale e non hanno molto da chiedere a questa partita, sennonchè il raggiungimento di una migliore posizione di classifica che permetterebbe di pescare la Lituania come prossima rivale a discapito della Serbia che spetterà alla squadra posizionatasi all’ultimo posto utile per accedere al tabellone finale.

Gli Azzurri scendono il campo con il lutto sulla canotta a causa della tragica scomparsa del play ex capitano di Pistoia Matteo Bertolazzi, arresosi quest’oggi alla leucemia all’età di 34 anni.  E’ un Italia meravigliosa quella che batte i campioni d’Europa in carica al termine di una partita dalle mille emozioni e conclusasi dopo un tempo supplementare. Un monumentale Gasol da 32 punti non è bastato alla nazionale spagnola per avere la meglio sul cuore intramontabile dell’Italia che trascinata dai 25 punti di Gentile e dai 17 punti di Aradori ,che si carica sulle spalle la squadra nel momento più difficile dal -15 (45-60) di inizio 4°quarto, riesce a compiere l’ennesima impresa di questa rassegna europea. Ora giovedì andrà in scena il quarto di finale contro la Lituania.

 

 

La cronaca. Partenza sprint per i ragazzi di coach Pianigiani che mettono subito alle corde gli spagnoli grazie ad un eccezionale Cusin (autore di ben 3 stoppate nei primi minuti) e un Belinelli delle grandi occasioni, che colleziona 8 punti consecutivi frutto di due bombe dall’arco. Ben coadiuvati difensivamente dal resto del solito starting five, gli azzurri chiudono avanti la prima frazione di gioco doppiando addirittura i campioni d’Europa in carica con il punteggio di 24-12. Unica nota stonata sono i 3 falli di Datome mentre un certo nervosismo serpeggia tra le fila spagnole con Calderon che prende un fallo tecnico per proteste contro gli arbitri.

Coach Orenga però non ci sta e striglia i suoi. Sfuriata che ha i suoi effetti, tanto da permettere di annullare il gap grazie ad un poderoso break di 12-0, guidati dai 4 punti preziosi di Mumru e la tripla di Rodriguez. Ora la partita è equilibrata e Gentile da una parte contrapposto da Gasol dall’altra si mettono in proprio e firmano rispettivamente 9 e 11 punti. Il secondo quarto così si chiude in perfetta parità: 37-37 e dieci minuti di prevalenza per ciascuna squadra.

Al rientro dagli spogliatoi, è un altro break di 12-0 a spezzare l’equilibrio dell’incontro. Marc Gasol infatti è inarrestabile e firma ben 15 punti, facendo letteralmente impazzire tutta la difesa italiana incapace di trovare un rimedio efficace per contenerlo. Così l’Italia si blocca e per 7 minuti di gioco non trova la via del canestro a causa di un 0/10 dalla lunga distanza, di cui 5 tentativi andati a vuoto per Belinelli. Il terzo quarto è tutto delle furie rosse che chiudono avanti 45-56.

L’ultimo quarto sembra solo una formalità per la Spagna che vola sulle ali dell’entusiasmo, e probabilmente si rilassa troppo. Il cuore dell’Italia infatti non muore mai, e quel che sarebbe impensabile, si realizza. Aradori si carica la squadra sulle spalle e con 7 punti consecutivi, anima la propria squadra e apre il decisivo parziale di 11-0 che rimette gli azzurri a -2 a 2 minuti dalla fine. Rodriguez fa 0/2 dalla lunetta e sul successivo ribaltamento di fronte prima Belinelli sbaglia il sottomano e poi Melli non riesce a correggere il tap-in, ma la palla rimane azzurra a 2 secondi dalla fine. Rimessa impeccabile e Datome castiga la difesa spagnola siglando i 2 punti che valgono l’overtime:70-70. Impazziscono i supporters italiani!

L’euforia di un’insperata rimonta non si quieta e la nazionale italiana ritorna sul parquet galvanizzata. L’apporto di tutti i ragazzi azzurri è determinante e i punti di Gentile,Belinelli e Cinciarini portano l’Italia avanti 80-72. La Spagna prova a reagire ma è troppo tardi: la squadra di coach Pianigiani non trema dalla lunetta e compie l’impresa di battere i campioni d’Europa in carica per 86-81.

Italia – Spagna 86-81 (24-12, 13-25, 8-19, 25-14, 16-11)

Italia: Aradori 17, Gentile 25, Rosselli, Vitali 3, Poeta, Melli 2, Belinelli 16, Diener, Cusin 4, Datome 11, Magro ne, Cinciarini 8.
Spagna: Aguilar ne, Fernandez 4, Rodriguez 18, Rey 2, Calderon 5, Rubio 2, Claver 5, San Emeterio 4, Llull 5, Gasol 32, Gabriel ne, Mumbru 4.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *