Euro2013- Gruppo C: Spagna e Rep.Ceca passeggiano, il derby parla croato!

Penultima giornata della prima fase a gironi di Euro2013 e primi verdetti che cominciano a delinearsi, sebbene la situazione di classifica sia ancora abbastanza fluida. Ecco il recap e i tabellini degli incontri per le nazionali inserite nel girone C.

 

POLONIA-SPAGNA 53-89 Pesantissima lezione ed umiliazione quella che i campioni d’Europa hanno inflitto alla nazionale polacca, arrivata probabilmente qui in Slovenia con troppa convinzione e presunzione nei propri mezzi tanto da non essere capace finora di lottare e meritare i primi 2 punti della rassegna continentale. E’ un match a senso unico, con gli spagnoli che nel primo quarto piazzano subito un parziale di 15-0 prendendo il largo e non staccando più il piede dall’accelleratore. E tra le macerie polacche (15% di realizzazione dal campo), ad approfittarsene sono Marc Gasol( 15 punti + 6 rimbalzi) e Ricky Rubio( 15 punti + 5 assist). Il match scorre via sul velluto per gli uomini di Ortega, che arrivano a condurre per 78-30 a 8 minuti dal termine; una piccola reazione permette a Gortat e compagni di ridurre un minimo le distanze e chiudere tuttavia con il pesantissimo disavanzo di 36 punti. Causa risultato del derby baltico, la Spagna vincendo domani con la Georgia ha serie possibilità di arrivare prima nel girone.

Spagna: Gasol 15, Fernandez 13, Rubio 15, Aguilar 2, Rodriguez 11, Rey 12, Calderon 9, Claver, San Emeterio 4, Llull 3, Gabriel 5, Mumbru.
Polonia: Karnowski 3, Kelati 7, Zajmoski 11, Lampe 10, Szubarga 2, Chylinski, Ponitka 7, Ignerski 4, Waczynski, Gortat 2, Hrycaniuk 1, Koszarek 6.

REPUBBLICA CECA-GEORGIA 95-79 Importantissima vittoria per la nazionale ceca, che mantiene vive le speranze di accedere alla seconda fase di Euro2013. Decisiva sarà la prossima sfida di domani contro la Croazia, una partita da dentro o fuori per entrambe le squadre. Eliminazione già certa invece per la Georgia, che pur era ben partita vincendo a sorpresa la prima partita contro la Polonia. Tornando al match giocato, l’MVP della serata è il giovane Satoransky autore di 20 punti e tanta inventiva di cui ha giovato anche Vesely, mettendo a referto ben 27 punti e 10 rimbalzi con 12/14 dal campo. Il parziale che spezza le sorti della partita, avviene nel primo tempo quando la vivacità e aggresività ceca riesce ad annichilire l’attacco georgiano guidato da Tzintsadze e Markoishivili( 20 punti per entrambi). Inutile e tardiva infatti la risposta avversaria, che nei secondi venti minuti non può più recuperare il distacco divenuto già importante.

Repubblica Ceca: Vesely 25, Satoransky 20, Jelinek 11, Pumprla 10, Barton 9, Benda 8, Balvin 6, Houska 4, Hruban, Welsch, Kudlacek, Svrdlik.
Georgia: Markoishvili 20, Tsintsadze 20, Shermadini 18, Sanikidze 10, Hickman 4, Tsikitishvili 4, Patsatsia 3, Metreveli, Sanadze, Burjanadze, Lezhava.

SLOVENIA-CROAZIA 74-76 d.t.s. Derby infuocato doveva essere, e derby infuocato lo è stato. Emozioni a non finire e finale thrilling degno del miglior sceneggiatore. A gioire è la Croazia di Jasmin Repesa, che espugna la strabordante Celje Arena e coglie un successo fondamentale per le speranze di proseguire il proprio cammino. Partita dai due volti quella andata in scena nella serata di Euro2013. La Slovenia parte subito sulle ali dell’entusiasmo, forte delle tre vittorie consecutive, e arriva alla doppia cifra di vantaggio all’inizio del secondo quarto, 29-19. Nel secondo tempo il copione rimane pressocchè identico, grazie ad un monumentale Goran Dragic autore di 23 punti, 8 rimbalzi e 5 assist. Quando il tabellone recita il punteggio di 50-37 a metà terzo periodo, sono in pochi a credere ad una possibile rimonta croata che invece si materializza. Trascinati da uno straordinario Bogdanovic( 24 punti+7 rimbalzi), la Croazia ricuce lo strappo fino a sopravanzare i cugini 61-60 a 3 minuti dal termine. Finale concitato, con Tomic( doppia doppia finale da 11 pti+15 rimb) che prende un importante rimbalzo e sigla l’ 1/2 dalla lunetta che permette di impattare il risultato. Andando a vuoto il tentativo di Nachbar da oltre l’arco, si va ai supplementari. Overtime segnato dal protagonista che non ti aspetti, ovvero Damjan Rudez. Il croato piazza due triple di fuoco e apre il break di 8-1 che permette alla Croazia di espugnare il fortino sloveno e tenere viva la speranza di accedere alla seconda fase. Domani sarà la giornata decisiva.

Slovenia: Slokar 2, Lakovic, Balazic 2, Joksimovic, Muric 7, Blazic, Nachbar 6, G. Dragic 23, Z. Dragic 11, D. Lorbek 16, Vidmar 4, Begic 3.
Croazia: Tomic 11, Andric, Draper 2, Bogdanovic 24, Saric 3, Rudez 8, Ukic 10, Simon 6, Markota 4, M. Delas, Zoric 8, A. Delas.

CLASSIFICA:

SLOVENIA  6

SPAGNA     6

CROAZIA    6

REP.CECA  6

GEORGIA   2

POLONIA   0

16 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *