E’ un Italia incolore: il Belgio vince 76-57. Pianigiani: “Sbagliato l’approccio”

ItaliaAnversa (Belgio). Il Belgio batte l’Italia 76-57 nella prima gara dell’European Basketball Tour. Una partita dove l’Italia è partita male segnando solo 14 punti nel primo quarto: “E’ un approccio che non ci possiamo permettere -spiega il ct Simone Pianigiani – siamo partiti timorosi, scollegati, soft, non va bene. Poi ci sono stati i tiri aperti sbagliati, ma sappiamo che ci può stare con i carichi di lavoro tenuti finora.
“Di sicuro con il 29-14 per loro del primo quarto abbiamo buttato via la possibilità di fare un buon allenamento. D’altronde questi siamo -conclude Pianigiani- e siamo anche consci che quei tiri vanno segnati se vogliamo alzare il nostro livello”

Doccia fredda ad inizio partita. A Marco Belinelli vengono fischiati due falli nei primi 40 secondi. Subito dopo tocca a Trevis Diener e poi a Gigi Datome. In meno di quattro minuti l’Italia è in bonus, ma il peggio è nelle sei triple su sei, di cui tre di Sam Van Bossom, che il Belgio mette dentro con freddezza nei primi dieci minuti e nell’atteggiamento intimorito degli Azzurri. L’Italia ci prova, ma non produce, subisce l’iniziativa belga e non riesce a fermare l’emorragia. Va giù fino a – 16 (31-15 all’11’) prima di cominciare a concretizzare. Passa alla difesa a zona, Mancinelli porta nuova energia e l’attacco comincia a dare frutti con i canestri di Aradori, Poeta e Gigli (entrambi con due giochi da tre), lo stesso Mancinelli ed Alessandro Gentile che rientra in campo rinfrancato dopo un primo quarto critico. L’Italia recupera 9 punti (40-33 all’intervallo) mettendo un mattoncino dopo l’altro contro una squadra che sul contatto fisico non si tira indietro. E’ la gara del rientro di Angelo Gigli che non aveva giocato la Trentino Cup dieci giorni fa per pregressi problemi fisici. Angelo in 13 minuti realizza 7 punti e prende 1 rimbalzo. Sicuramente un buon viatico per il recupero completo.

Sembra che la partita stia per svoltare, ma non è così: l’Italia si riferma all’inizio della ripresa. E’ il tiro a non andare. La difesa spinge e, anche se non contiene completamente il Belgio, di certo gli crea difficoltà. Di contro però sono i punti in attacco che mancano: prima subisce un parziale di 13-4 (53-37) e poi l’Italia sprofonda fino a -19 (58-39) al 29′.
Ultimo guizzo per l’Italia che si porta a -12 al 35′ mentre sulla Lotto Arena scende il silenzio di un pubblico che probabilmente considera chiusa la partita. E’ così infatti. Il Belgio riparte insieme ai titoli di coda. Finisce 76-57

Domani l’Italia affronta alle 18,00 Israele che ha perso 72-75 contro la Polonia nell’altra gara della giornata. I migliori realizzatori israeliani sono stati Casspi (24 punti) che ha sbagliato però la tripla del possibile supplementare, e Elyahu (18 punti). La gara sarà trasmessa in diretta da Sportitalia2

Belgio-Italia 76-57 (29-15; 40-33, 60-44)
Italia. Cavaliero ne, Mancinelli 6 (3/6, 0/3), Poeta 4 (1/1, 0/1 da tre), Melli 1 (0/1), Vitali 3 (0/2, 1/1), Cusin* 4, Datome* 12 (4/7, 0/2), Diener * 2 (1 /4, 0/1), Gigli 7 (2/4), Rosselli, Magro ne, Cinciarini ne, Belinelli* 5 (1/ 4, 0/6), Gentile* 4 (2/9), Aradori 9 (2/4, 0/1). Allenatore Simone Pianigiani. Assistenti Luca Dalmonte, Mario Fioretti.
Belgio. Lojeski* 19 (5/8, 2/2), Van Rossom* 18 (1/3, 4/7), Beghin* 16 (6/10, 1/2), Hervelle* 4 (1/3), Mwema 2 (1/5), Tabu* 10 (2/4, 2/5), Serron 4 (2/6), Muya (0/1, 0/1), Dressen ne, Gillet, Massot (0/1), Driesen 3 (0/2, 1/2). Allenatore Eddy Casteels.
Arbitri: Delestree, Oved, Trawick
Note: Antisportivo a Datome (42-35 al 21′)
Tiri. T2 Ita 16/42, Bel 18/43; T3 Ita 1/15, Bel 3/19; TL Ita 22/30, Bel 10/20. Rimbalzi: Ita 32, Bel 40. Assist: Ita 7, Bel 19
Parziali: 5′ 11-4; 15′ 36-22; 25′ 53-37; 35′ 62-48.

7 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *