Danilo Gallinari. “L’Italia sarà la sorpresa dei Mondiali. Sogno la medaglia, dobbiamo crederci.”

Danilo Gallinari, in un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ci crede sulle chance dell’Italbasket alla prossima FIBA Basketball World Cup in Cina.
Ecco un estratto delle sue dichiarazioni.

Sorpresa del Torneo? L’Italia. Perchè? Quando tifosi e critici pensano alle big del mondiale nessuno punta su di noi. Non so dove arriveremo, ma l’Italia può essere la Cenerentola della competizione. Il sogno è arrivare a medaglia. Dipenderà molto da chi incontreremo, ma dobbiamo crederci.”

Medaglia vorrebbe dire qualificazione olimpica… “Dobbiamo sognarlo tutti. È un obiettivo raggiungibile, difficile ma in una competizione come il Mondiale può succedere di tutto. Cosa dico ai tifosi per convincerli? Questa è una squadra che ha talento, esperienza e il mix giusto per poter vincere le partite che contano”.

Il ct Romeo “Meo” Sacchetti. “Per lui parlano i risultati: nella sua carriera è sempre andato oltre le aspettative per sé e per la sua squadra. E ha fatto benissimo anche quest’anno.”

Il gruppo. “Me ne aspetto uno con qualche volto nuovo ma tanti ragazzi con cui sono cresciuto. Sarà bello rivedere le solite facce.”

Vincere con la Nazionale è meglio che farlo in NBA. “Fin da piccolo uno dei miei sogni era rappresentare il mio paese all’estero, fin dai primi tornei giovanili con la Nazionale a 14-15 anni. E’ il fuoco iniziale, quello che c’è sempre.”

“Non vedo l’ora di affrontare Milos Teodosic e Boban Marjanovic, con cui ho giocato ai Clippers. Nella Serbia c’è anche Jokic, mio compagno a Denver: è incredibile.”

Gli USA. “Sono i super favoriti, anche se venissero con la terza squadra. Sono troppo forti. Quest’anno hanno Gregg Popovich CT, uno dei migliori coach della storia NBA, la sua filosofia non cambierà solo perchè è in una competizione diversa.”

La sua nuova destinazione NBA, Oklahoma City Thunder. “In una squadra che non sappiamo ancora ben come sarà. Sono recentemente stato lì per le visite mediche. Vedremo.”