Home Nazionale Nazionale: la Croazia arruola i big per assaltare Trieste

Nazionale: la Croazia arruola i big per assaltare Trieste

0
Croazia Nazionale
Bojan Bogdanovic vorrebbe ripetere l’impresa del preolimpico anche a Trieste – Laura Cristaldi

Non c’è più margine d’errore. Se la Croazia del nuovo coach Drazen Anzulovic vuole continuare la sua corsa per qualificarsi al prossimo mondiale dovrà assolutamente vincere le due partite che restano della prima fase, ovvero contro l’Italia a Trieste il 28 giugno e poi contro la Romania in trasferta a inizio luglio. La nazionale balcanica si trova infatti ultima nel Gruppo D, con una sola vittoria e 3 sconfitte rimediate fino al momento, mentre l’Italia, come sappiamo, è già matematicamente qualificata per la seconda fase, con un immacolato 4-0.

Gli azzurri avevano vinto all’andata a Zagabria, ma a fine giugno gli uomini di Meo Sacchetti si troveranno di fronte tutt’altro avversario, che arruolerà tutte le sue stelle NBA per riuscire nell’impresa: Dario Saric (Philadelphia 76ers), Bojan Bogdanovic (Indiana Pacers), Mario Hezonja (free agent dopo la conclusione del suo contratto con gli Orlando Magic), Dragan Bender (Phoenix Suns), Ivica Zubac (Los Angeles Lakers) e Ante Zizic (Cleveland Cavaliers), questi ultimi due al loro debutto con la nazionale maggiore.

“Avremmo sperato di trovarci in una situazione migliore a questo punto,” – aveva dichiarato Dario Saric – “però non tutto è perduto: se vinciamo le due partite che mancano ci possiamo qualificare e mi sento ottimista“.

L’ala forte dei Sixers ed MVP del preolimpico di Torino due estati fa non si dimentica di quella finale.

“A Torino avevamo battuto l’Italia con tutti i loro migliori giocatori, inclusi gli NBA, che invece a Trieste non ci saranno… Quello è stato il mio miglior momento con la maglietta della Croazia fino ad oggi”.

Anche Bojan Bogdanovic, che a Torino era stato il top scorer dei suoi, non si perderà l’appuntamento.

“Voglio aiutare la Croazia a qualificarsi per il mondiale in Cina. In occasione delle prime due finestre c’erano molto giocatori infortunati o indisponibili, ma adesso a fine giugno ci saremo tutti: dobbiamo dare il massimo, disputare queste partite come se fossero due finali”. 

Dario Saric e Bojan Bogdanovic, entrambi reduci da un’ottima stagione NBA, sono le due stelle sulle quali conta il coach della Croazia per risalire la china nel gruppo. L’Italia, dal canto suo, si era presa già una mezza rivincita della delusione del preolimpico vincendo in trasferta in occasione della prima finestra lo scorso novembre, ma per completare l’opera e chiudere definitivamente quel doloroso capitolo ci vorrebbe una vittoria anche a Trieste

Nonostante gli azzurri siano già qualificati per la seconda fase, non mancano quindi motivi di interesse per le sfide della terza e ultima finestra FIBA di questa prima fase. L’appuntamento è per il 28 giugno al 20.45 al PalaTrieste, info sui biglietti cliccando qui.

La vendetta è un piatto che si serve freddo.