Trentino Cup: Una bella Italia non ha problemi a battere la Romania, Gentile MVP

Alessandro Gentile Italia

TRENTO – Prima partita amichevole in vista dei mondiali che prenderanno il via il 31 agosto in Cina per l’Italia. Nonostante le assenze anticipate nel corso della presentazione del torneo, coach Meo Sacchetti ha messo in campo un quintetto competitivo contro la Romania, squadra che sabato scenderà in campo per le pre-qualificazioni all’EuroBasket 2021. Gli azzurri non hanno avuto troppo problemi a portare a casa l’incontro, imponendosi per 88-60.

Daniel Hackett, Amedeo Della Valle, Awudu Abass, Jeff Brooks e Paul Biligha hanno formato il quintetto iniziale, e Della Valle ha aperto le danze dalla lunetta. Il primo canestro in gioco è stato messo a referto da Abass. La Romania, sterile sotto canestro, è ricorsa subito al cambio, inserendo il lungo dell’UCAM Murcia Emanuel Cate, che ha subito creato pericolo sia in fase offensiva che di rimbalzo. Luca Vitali e Alessandro Gentile sono entrati in campo, seguiti anche da Amedeo Tessitori, Pietro Aradori e Gianpaolo Ricci. Sacchetti vuole approfittare queste amichevoli per testare i vari uomini a disposizione per poter valutare al meglio quali saranno i componenti del roster definitivo per la Cina. L’Italia non ha avuto problemi a chiudere il primo quarto avanti per 25-12, con Aradori top-scorer con 8 punti.

La Romania ha ridotto le distanze in avvio di secondo quarto, quindi un bel 2+1 di Gentile ha ristabilito il vantaggio azzurro oltre la doppia cifra. Anche Michele Vitali è sceso in campo, e Tessitori ha schiacciato in transizione per stabilire il 34-17 a favore degli azzurri. La giovane Romania di Tudor Costescu in piena fase di ricambio generazionale (il solo Bobe Nicolescu è sopravvissuto alla squadra che ha stupito all’ultimo EuroBasket) ha continuato a fare fatica contro gli azzurri, pericolosi sia dalla lunga distanza che sotto canestro. Abass ha stabilito il +20 (40-20) in penetrazione, poi un parziale di 0-7 da parte dei rumeni ha costretto Sacchetti al time-out. L’Italia è andata negli spogliatoi in vantaggio 44-31. Aradori (8 punti) e Gentile (7) i migliori tra gli azzurri; per la Romania 9 punti di Cate.

Nel secondo tempo si è visto in campo anche Andrea Cinciarini, completando così la rosa degli uomini a disposizione. Il playmaker di Milano ha subito messo a segno una tripla. Aradori è stato il primo giocatore in campo ad andare in doppia cifra con un bel layup, seguito da Gentile, autore di un paio di giocate generose che gli hanno fatto guadagnare gli applausi del pubblico. Lo stesso Gentile ha poi aumentato la propria statistica personale, permettendo all’Italia di allungare e chiudere il terzo quarto sul 66-47.

L’Italia ha proseguito mettendo in campo il suo gioco dinamico anche nell’ultimo parziale, con il risultato finale ormai non più in discussione. Sacchetti ha continuato a far ruotare tutti i giocatori disponibili, e i vari protagonisti hanno regalato al pubblico di Trento dedizione e impegno, con anche genti tecnici degni di nota, come l’alley-oop tra Michele Vitali e Abass.  Alessandro Gentile è stato il migliore in campo, con 14 punti, 9 rimbalzi e 17 di valutazione.

La nazionale disputerà la finale della Trentino Cup domani, mercoledì 31 sempre alle 20.30 contro la Costa D’Avorio, che ha battuto di misura la Svizzera nella prima sfida del torneo. Alle 18.00 Romania-Svizzera.