Italy in Europe: Michele Vitali presentato come nuovo giocatore dell’Andorra

Michele Vitali
Michele Vitali MoraBanc Andorra – Laura Cristaldi (BasketItaly)

Michele Vitali è stato presentato ufficialmente in mattinata come nuovo giocatore del MoraBanc Andorra. L’azzurro, accolto con entusiasmo in tutto l’ambiente che circonda la squadra del principato che disputa il campionato ACB e l’EuroCup, ha dispensato sorrisi a stampa e pubblico presenti nella sede di Andorra Turismo.

“Vitali è soprattutto passione; – recitava il GM del club andorrano Francisco Solana, convinto che l’arrivo dell’azzurro aiuti a consolidare il club nella fascia medio-alta della classifica.

“Sono un giocatore che vuole concentrasi sia nell’aspetto offensivo che in quello difensivo del gioco”, – sosteneva Michele – “per la mia mentalità, le partite si vincono in difesa, quindi è importante la difesa quanto l’attacco”.

Michele Vitali, alla prima esperienza all’estero, è solo l’ultimo della serie di giocatori italiani che approdano al campionato spagnolo. Quello che ha lasciato di più il segno è indubbiamente Gianluca Basile, che con la maglietta del Barça aveva vinto tutto in sei stagioni. Un giornalista locale ha paragonato i due giocatori, e il più giovane dei fratelli bolognesi si è detto lusingato.

“È un onore poter essere comparato a Gianluca Basile: è uno dei miei idoli di sempre.

Il neo acquisto dell’Andorra ha già messo un paio di circoli rossi sul suo calendario: la doppia sfida con la “sua” Leonessa Brescia in EuroCup (10 ottobre nel principato e 14 novembre nel suo ex palazzetto).

“Ho sorriso quando ho visto che ci era toccata Brescia nel gruppo di EuroCup, sicuramente sarò molto emozionato, ma si tratta di partite che dovremo vincere!”

Solana ha continuato la presentazione decantando le virtù dell’azzurro.

“La sua voglia di vincere e migliorare mi hanno convinto. Siamo contenti che Michele Vitali abbia scelto il MoraBanc Andorra per la sua seguente tappa professionale”.

Il play-guardia non ha nascosto i motivi che l’hanno portato a questa decisione.

“Non ci ho messo molto ad accettare l’offerta dell’Andorra, perché avevo voglia di giocare in ACB. Secondo quanto mi aveva raccontato anche mio fratello Luca, è una competizione con un gioco rapido, che potrebbe adattarsi molto bene alle mie caratteristiche”.