Italy in Europe – Turkey: Il Fenerbahçe di Gigi Datome vince il derby con il Galatasaray

Nel calendario di ogni competizione di sono le partite e le Partite, quelle con la “P” maiuscola, quelle che per motivi storici, statistici o sportivi vengono marcate in rosso sul calendario per un’importanza che va ben oltre al semplice risultato e ai punti in classfica.

E in quel di Istanbul il derby tra Fenerbahçe e Galatasaray è la Partita. Non importa se ora il capoclassifica è l’Anadolu Efes o se per risultati il Darüşşafaka Doğuş si sta ritagliando la sua importanza con la qualificazione al Top16 di Eurolega o la partecipazione alla finale di Coppa la settimana scorsa. Il Galatasaray resta comunque il rivale storico del Fenerbahçe e il derby del Bosforo à la sfida più sentita della Süper Ligi, tanto che neanche una stella come Steve Nash se l’è voluta perdere: lo storico giocatore NBA era presente tra il pubblico della Ülker Sports Arena

Il Fenerbahçe, reduce dalla prima sconfitta nel Top16 rimediata 48 ore prima sul campo del Panathinaikos, ha ritrovato presto il sorriso, imponendosi agli eterni rivali per 77-68. È stata una partita dai due volti: estremamente equilibrata durante i primi 20 minuti, e di chiara matrice gialloblù nella seconda metà.

La svolta? Una tripla e un canestro del nostro Gigi Datome sul 36-36 durante gli uolimi due possessi palla del secondo quarto, che hanno permesso ai suoi di andare negli spogliatoi sul 41-36. Nella seconda parte gli uomini di Zeliko Obradović hanno saldamente mantenuto le redini del gioco, costruendosi un cuscinetto di punti di vantaggio che i giallogranata non sono mai riusciti a colmare.

Ekpe Udoh  è stato il migliore tra i padroni di casa, con 15 punti e 7 rimbalzi. In doppia cifra anche Jan Vasely (13 punti), Bogdanović e Bobby Dixon (10). Positiva la prova di Gigi Datome, che è rimasto in campo per 35 minuti abbondanti, realizzando 9 punti (non precisissimo al tiro), e con 8 rimbalzi è stato il migliore dei suoi in questo frangente.

Foto: Fenerbahçe

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *