Home Italy in Europe Italy in Europe: seconda sconfitta interna consecutiva per il Bamberg nelle Last 32 di Eurocup

Italy in Europe: seconda sconfitta interna consecutiva per il Bamberg nelle Last 32 di Eurocup

0

Andrea TrinchieriBrutta sconfitta nel terzo turno di Last 32 di Eurocup per il Bamberg di coach Trinchieri, che cede in casa 81-86 ai francesi del JDA Dijon. Partita con molte recriminazioni per i tedeschi, che sembravano averla indirizzata nella giusta direzione già dopo i primi 10′, chiusi avanti 26-13 sull’onda del grande inizio di Thompson (21 e 3 assist) e Wanamaker (19 e 3 assist) e ancora avanti in modo consistente all’intervallo (41-29). Scenario opposto nella ripresa, con i padroni di casa che smarriscono la via del canestro (chiuderanno con un insolito 6/22 dai 6.75), mentre decolla l’attacco transalpino, illuminato dal play “tascabile” Erving Walker (21, 5/9 da tre, 9 assist) e da Steven Gray (22, 5/8 da tre), che incendiano la retina dal perimetro (Dijon chiuderà con un letale 15/27 dall’arco).

I francesi spostano anche la bilancia della lotta sotto i tabelloni (29-36 il dato dei rimbalzi), nonostante la doppia-doppia di Mbakwe (10 più 12 reb), chiudendo quasi interamente il gap al 30′, 58-56 grazie al 17-27 del terzo periodo. Persa l’inerzia del match, Bamberg ha un sussulto in avvio di quarto periodo con l’unica tripla di Tadda per il nuovo +5, ma Dijon non molla la presa, con Andre Harris (15, 3/5 da tre) che dai 6.75 timbra la parità a quota 63 con 7′ sul cronometro. La guardia Usa si ripete poco dopo con la tripla del 68 pari, imitato dall’ex-Syracuse Kris Joseph (12, 4/6 dal campo) e dal solito Gray per il primo vantaggio esterno sul 71-74. Ed è ancora Gray ad affondare definitivamente i tentativi tedeschi di riprendersi il match, con due triple taglia-gambe, l’ultima a 33” dalla fine che spezza l’ennesima parità a 79 dopo il lay-up di Wanamaker.

I liberi di Walker sigillano la prima vittoria di Dijon nel Gruppo K, dominato dal Bayern (3v-0p) ieri ancora corsaro a Lubiana. Il Brose resta appaiato a francesi a sloveni, tutti con una vinta e due perse, con lo svantaggio della doppia sconfitta casalinga. Decisivo a questo punto il match di ritorno in Francia della prossima settimana, con un occhio anche alla differenza canestri, considerando l’insidiosa trasferta a Monaco dell’ultima giornata.

“Dijon ha meritato di vincere – il commento di coach Trinchieri – hanno giocato molto bene nel secondo tempo, ma noi abbiamo dimostrato poca maturità, concedendo 5 triple guardando il tiratore, senza cambiare il nostro approccio, il nostro atteggiamento. Non abbiamo giocato in difesa, 57 punti subiti nella ripresa equivale a un disastro. Abbiamo perso a rimbalzo e nelle percentuali da tre, questa è stata la partita in parole semplici. Non siamo stati abbastanza bravi per giocare questo tipo di partita a questo livello. L’unica cosa che possiamo fare è lavorare di più e meglio, penso che ognuno possa in qualche modo influenzare il proprio destino. I giocatori hanno davanti una situazione molto chiara, abbiamo dimostrato di non essere pronti per questo livello. O lo accettiamo senza provarci o proviamo a mascherare le nostre mancanze. La chiave quando giochi è massimizzare i tuoi punti di forza e nascondere le tue debolezze”.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata