Home Italy in Europe Italy in Europe, Germania – Un Bamberg opaco la spunta su Ludwigsburg nel finale

Italy in Europe, Germania – Un Bamberg opaco la spunta su Ludwigsburg nel finale

0

Andrea TrinchieriFatica più del previsto il Brose di coach Andrea Trinchieri per avere ragione sul parquet di casa del Ludwigsburg, superato solo nel finale 65-59. Partita dominata dalle difese, con i bavaresi che cercano in tutti i modi di scrollarsi di dosso gli ospiti, in una serata di basse percentuali, 37% complessivo per Bamberg, 37.5% per Ludwigsburg, condannata dal disastroso 3/17 da tre. Non fa molto meglio il Brose dai 6.75 (8/26), ancora privi di Ryan Thompson, che trova però l’uomo partita nel lettone Strelnieks (19, 3/4 da tre, con 7 reb e 3 assist), assistito da uno Wanamaker (14 e 4 assist) non impeccabile (0/3 dai 6.75 oltre a 4 perse), ma che riserva le cose migliori per i minuti decisivi.

Ludwigsburg crede nel colpaccio, puntando su ritmi bassi fin dall’inizio (9-9 il parziale dei primi 10′), controllando i tabelloni in virtù di un Jon Brockman (21, 8/12 FG, 14 reb) dominante, in asse con un discreto Kerron Johnson (9, 5 assist e 5 reb).Chiusi i primi due quarti avanti 29-26, gli ospiti possono recriminare sui tanti errori anche in lunetta (14/22)e sulle 12 palle perse, che permettono ai locali di riprendersi l’inerzia del match nel terzo periodo. Mentre Coby Karl (0/6 da tre) e compagni sparano a vuoto, Strelnieks mette i tiri che riconsgnano la leadership a Bamberg, avanti 47-45 alla terza sirena. Approfittando dell’altra pesante assenza di Theis e di un Mbakwe (5 più 5reb) messo pesantemente in ombra da Brockman, Ludwigsburg rimane dentro la partita, rimettendo la testa avanti a metà del quarto di coda. Sono prima il solito Strelnieks (canestro più fallo), poi i 4 punti in fila di Wanamaker a respingere l’assalto: gli ospiti impattano per l’ultima volta a quota 58, con 3′ sul cronometro, ma non segneranno più dal campo. Il jumper di Strelnieks precede una serie di errori reciproci, prima che i liberi di Wanamaker e dello stesso lettone mettano in ghiaccio il risultato nell’ultimo minuto di gioco.

“Oggi non abbiamo brillato, ma la squadra ha lottato duramente – le parole di coach Trinchieri in sala stampa – Era importante per una squadra nuova come la nostra vincere una partita così, perché ne arriveranno altre nel corso della stagione. Abbiamo giocato senza Theis e Thompson, ma abbiamo avuto buone cosa da Obst e Schmidt, che hanno ottimizzato i loro minuti e consolidato le nostre rotazioni. Molte buone squadre non avrebbero vinto una partita così, non bellissima, ma una vittoria è una vittoria”.

In classifica il Bamberg consolida il terzo posto con 8 vittorie e 3 sconfitte, stesso record degli Artland Dragons, dietro la capolista imbattuta Alba Berlino (10-0) e il Bayern Monaco (9-2). Settima posizione per il Ratiopharm Ulm (7v-4p) di Maarty Leunen, vittorioso Sabato 93-77 contro Trier grazie al parziale di 14-0 nel finale di quarto periodo, dopo che il match era entrato nei 5′ conclusivi sul 71 pari.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata