Home Italy in Europe Italy in Europe, BBL: primo sigillo nel girone di ritorno per il Bamberg

Italy in Europe, BBL: primo sigillo nel girone di ritorno per il Bamberg

0

coach Andrea Trinchieri okComincia con un’altra vittoria, l’ottava consecutiva in Bundesliga, il girone di ritorno del Bamberg (15v-3p) di coach Trinchieri, vittorioso 94-75 sul Göttingen (8v-10p) dopo la pausa per l’All Star Game e la pesante sconfitta casalinga nel derby infrasettimanale di Eurocup, 52-90, contro il Bayern Monaco. Il match vive di fatto solo nei primi 20′, dove gli ospiti restano in scia 47-45 grazie alla vena di Ruoff (16, 4/7 da tre). Ci vuole il miglior Wanamaker (18, 3/4 da tre e 5 assist per l’Mvp della partita delle Stelle), nonostante 4 perse, per rimettere in carreggiata la partita dei bavaresi, oltre a un Ryan Thompson da 23 punti con 9/15 al tiro, con Trinchieri che trova le parole giuste nello spogliatoio per caricare i suoi. La zona schierata nel terzo quarto, insieme al 4° fallo della stella di Göttingen Raymar Morgan (19 e 9 reb), contribuiscono a riportare in controllo i padroni di casa, forti della precisione dal perimetro (11/24 contro l’8/24 ospite) e del quasi 70% (22/32) da due. Bamberg costruisce un margine di 9 punti al 30′, per poi dilagare nel quarto conclusivo (26-15 il parziale) con il calo fisico di Khalid El-Amin (10 e 6 assist, ma 4 /12 dal campo) a togliere lucidità agli ospiti, mentre Theis (19, 7 reb e 5 assist) e un ottimo Ed Harris (16, 5/5 dal campo e 6 reb) garantiscono il controllo del pitturato.

“Era un match difficile da preparare – il commento di coach Trinchieri –scioccati come eravamo dalla sconfitta contro il Bayern che ci aveva lasciato con il morale molto basso. In più ci aspettava uno dei compiti più difficili in campionato. Göttingen gioca spesso con quattro guardie, muove molto bene la palla e ci crea molti problemi coi match up. Con queste premesse avevamo bisogno della nostra miglior partita sul piano mentale. Potevamo chiuderla prima, ma non siamo stati perfetti per parecchio tempo. Alla fine è una vittoria da non sottovalutare, soprattutto una vittoria contro questa squadra. Abbiamo dovuto risolvere molti problemi insoliti oggi, non solo a causa degli avversari. Il vero MVP è stato Karsten Tadda che ha giocato una partita difensiva estremamente buona contro Khalid El-Amin, giocatore veramente eccezionale. Anche Elias Harris è stato duro ed estremamente aggressivo sul parquet. Dopo la sconfitta di mercoledì, oggi c’è stato certamente un passo avanti”.

Situazione invariata in testa alla classifica, con le vittorie della capolista ALBA Berlino (17v-1p) 84-78 contro il Tubingen e del Bayern (14v-3p, terzo a due punti dal Brose) 90-84 contro Bremerhaven. Più staccate le inseguitrici, con Oldenburg (11v-6p) che precede in quarta posizione il Ratiopharm Ulm (11v-6p) di Maarty Leunen (9 pti e 2 rimbalzi per l’ex Cantù), sconfitto in casa dai Fraport Skyliners (9v-9p), prossimi avversari dello stesso Bamberg. Gli uomini di Trinchieri torneranno nel frattempo in campo già mercoledì, per la sfida interna del Girone K di Eurocup contro i francesi del JDA Dijon, ancora a quota zero dopo due giornate.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata