Italy in Europe: Rientro incoraggiante per Ale Gentile, ma il Real Madrid è troppo forte

Alessandro Gentile
Alessandro Gentile, al rientro contro il Real Madrid – ACB Photo / A. Villalba

Come anticipato un paio di giorni fa, Alessandro Gentile è tornato in campo un mese e mezzo dopo al brutto infortunio del quale era stato vittima contro l’UCAM Murcia. L’azzurro ha dimostrato un discreto livello di forma, nonostante le settimane di inattività forzata. Il problema dell’Estudiantes, immerso nella lotta per la salvezza, è che in questa giornata infrasettimanale si è trovato faccia a faccia a uno dei peggiori clienti possibili: il Real Madrid di Pablo Laso.

I blancos, infatti, a una settimana dalle Final Four di Eurolega di Vitoria, hanno dimostrato si essere in forma smagliante. La vittoria della squadra più quotata nel derby è stata netta: 109-92, e non è mai stata in discussione. Alessandro Gentile, al rientro dopo l’infortunio, è partito dalla panchina e ha subito fatto vedere le due notevoli qualità, soprattutto con tiri in sospensione.

L’incoraggiante rientro in campo dell’ala ex Olimpia parla di 18 punti (top-scorer dei suoi assieme a Nick Caner-Medley) con 9/15 dal campo in meno di 21 minuti di gioco. Dall’altra parte del parquet, ben cinque uomini in doppia cifra per il Real Madrid, con Facundo Campazzo (14 punti, 4 assist, 4 rubate), Gustavo Ayón (12 punti, 5 rimbalzi) e Jeffery Taylor (15 punti) sugli scudi.

“Sto meglio, non sono al 100%, ma è normale al rientro da un infortunio;” – aveva dichiarato il giocatore prima dell’incontro – “non sono il salvatore della squadra, questo è uno sport collettivo e tutti sono importanti. Quello che conta sono i risultati di squadra”.

E il risultato, almeno contro il Real Madrid, non è arrivato. La vittoria dell’UCAM Murcia in trasferta contro il Joventut Badalona complica ulteriormente la situazione degli uomini di Josep Maria Berrocal, che a tre partite dalla fine del campionato hanno lo stesso bilancio della penultima in classifica.