Italy in Europe: il Fenerbahçe si vendica sull’Efes, bene Melli, Datome a riposo

Fenerbahçe
Carlos Calvillo per BasketItaly

Dopo le sconfitte rimediate in Supercoppa a inizio stagione e in Eurolega una decina di giorni fa, il Fenerbahçe di Zeljko Obradovic si è imposto all’Anadolu Efes di Ergin Ataman in campionato. È stato necessario un overtime ai campioni di Turchia in carica per avere la meglio sulla loro “bestia nera” fino al momento, ma alla fine, dopo 45 minuti di intensa pallacanestro, il Fenerbahçe ha vinto per 86-79.

I padroni di casa sono partiti leggermente meglio nel più sentito derby di Istanbul, il nuovo “classico” di Turchia. Dopo un primo quarto chiuso 26-23, le due squadre hanno aumentato il livello difensivo, con i gialloblu sempre avanti di uno/due possessi palla rispetto agli ospiti. In chiusura dell’ultimo quarto l’Efes si è rifatto sotto, trasformando la grinta del proprio allenatore in centri necessari per acciuffare l’overtime sul 72-72.

Il Fenerbahçe è stato bravo a mantenere la compostezza e nei cinque minuti aggiuntivi è stato superiore rispetto a un rivale apparso insolitamente nervoso. Kostas Sloukas, Nikola Kalinic e Jan Vesely hanno messo a segno canestri determinanti per conquistare il quinto successo in altrettante partite di campionato per la squadra allenata da Zeljiko Obradovic.

Con Gigi Datome a riposo, dopo essere stato l’MVP dell’ultimo turno di Eurolega per i suoi, Nicolò Melli è stato l’incaricato di mantenere alto il nome degli italiani nello squadrone turco. Per l’azzurro 6 punti, 5 rimbalzi e un assist. I suoi minuti in campo (19) sono stati limitati dai falli. Melli è infatti uscito con cinque falli. I migliori dei suoi sono stati i già citati Nikola Kalinic (17 punti, 6 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi), Kostas Sloukas (16 punti, 4 assist) e Jan Vesely (14 punti, 12 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi). Da parte dell’Efes, degni di nota i 18 punti, 11 rimbalzi e 3 recuperi di Adrien Moerman e i 16 punti, 11 rimbalzi, 2 recuperi e un assist di Bryant Dunston. Per l’Efes sono mancati gli esterni, con 0/5 in triple di Shane Larkin e 5/15 dal campo di Rodrigue Beaubois.