Home Italy in Europe Italy in Europe: L’Estudiantes di Gentile acutizza la crisi del Gran Canaria di Della Valle
Alessandro Gentile Amedeo Della Valle

Italy in Europe: L’Estudiantes di Gentile acutizza la crisi del Gran Canaria di Della Valle

0

Il Movistar Estudiantes di Alessandro Gentile ha battuto nettamente l’Herbalife Gran Canaria di Amedeo Della Valle: 94-68 il risultato finale della sfida recupero del 5º turno del campionato di ACB.

La squadra delle Canarie continua in crisi nera. Dopo la prima vittoria in campionato e il buon avvio in 7DAYS EuroCup, la compagine allenata da Porfirio Fisac ha raccolto quattro debacle in campionato, a cui va unita la pesante sconfitta raccolta martedì a Lubiana contro il Cedevita Olimpija per 84-68.

Il “derby italiano” tra Della Valle e Gentile è iniziato subito con il figlio di Nando sugli scudi, già perfettamente integrato negli schemi del team spagnolo. L’azzurro, autore di 15 punti, 9 rimbalzi, 4 assist e 2 recuperi in 28 minuti è stato il top-scorer dei suoi. Bene anche il centro Víctor Arteaga (14 punti e 13 rimbalzi) e l’ex Varese Aleksa Abramovic, con 13 punti (3 triple), 5 assist e 4 rimbalzi.

Gli uomini di Javier Zamora hanno controllato nella prima parte dell’incontro, per andarsene nel marcatore durante un micidiale terzo quarto, terminato con un parziale di 30-18. Amedeo Della Valle è tornato a disposizione di Fisac dopo essersi perso due incontri per fastidio al ginocchio sinistro. Il piemontese, evidentemente ancora non al top, ha messo a referto 3 punti in 10 minuti sul parquet. Per l’italo-americano Frankie Ferrari 7 punti in 17 minuti. Migliore tra gli isolani Matt Costello con 17 punti.

Mentre nella capitale l’Estudiantes festeggia la seconda vittoria in campionato e Alessandro Gentile brilla nella sua ritrovata nuova realtà, a Gran Canaria iniziano i malumori attorno a una squadra con un roster messo assieme per essere competitivo in due competizioni e affidato a uno degli allenatori nazionali più apprezzati per i recenti miracoli a Saragozza, ma che non riesce a esprimere le proprie potenzialità.