Beko BBL – Gara 1 è del Bayern, Finale in salita per Bamberg

Beko-BBL 2014/15: Hauptrunde. Spieltag 6, Brose Baskets Bamberg - ratiopharm Ulm.Cade in casa in Gara 1 di finale BBL il Brose Baskets di coach Andrea Trinchieri, sconfitto 73-84 dal Bayern Monaco. Era senza dubbio la partita più difficile da interpretare per Bamberg, ferma da più di una settimana, contro un’avversaria forse più stanca , ma rodata dalla serie contro l’Alba Berlino terminata soltanto giovedì in Gara 5. Non a caso gli uomini di Pesic giocano un match quadrato dopo un inizio ad alto punteggio (28-27 interno il parziale dei primi 10′), togliendo al Brose le certezze che lo avevano guidato fin qui.

I campioni in carica prendono il controllo del match dal punto di vista fisico, con una difesa che concede pochissimo a partire dal secondo quarto, sia sul perimetro, dove tiene gli avversari a 8/25, sia in vernice, con Bamberg che viaggia per tre quarti abbondanti sotto il 40% da due (11/29 all’ultimo intervallo, 16/35 alla fine). Il Bayern non incanta in attacco (19/39 da due, 9/27 dai 6.75 alla fine), ma stabilisce una solida supremazia a rimbalzo (41 con 14 offensivi, contro i 33 dei padroni di casa) e appoggia il gioco sui lunghi, con Stimac (16, 6/8 dal campo e 6 reb) e Bryant (12, 6/7 da due e 6 reb) protagonisti contro uno spento Mbakwe (4 e 6 reb).

Miller (10 e 3 assist) e Harris (10 più 5 reb) provano a tenere botta, ma a Bamberg manca l’abituale spinta del backcourt, e nonostante il divario resti contenuto, l’inerzia è sempre nelle mani degli ospiti. La regia occulta di Savanovic (14 con 4 assist) è un fattore nel 54-61 che introduce l’ultimo quarto. I padroni di casa tentano l’aggancio a più riprese con Wanamaker (15 e 5 assist, ma 5/14 al tiro) che mostra le sue cose migliori e i canestri di Strelnieks (10 con 3/9 dal campo) e Theis (10 e 4 reb), ma il Bayern risponde colpo su colpo, specie dal perimetro, con il 5/11 dell’ultimo quarto che lascia il segno.

Schaffartzik (10, 2/3 da tre) e Djedovic (5, 1/5 da tre) riservano i loro missili per il momento chiave, i due giochi da tre punti di Wanamaker scrivono due volte il – 6 per il Brose, l’ultimo a 3′ dalla sirena, prima che le due stoccate, jumper dalla media più tripla, di Bryce Taylor (14, 2/3 da tre, 7 reb) scrivano di fatto la parola fine.

“Oggi era una partita difficile, lo sapevamo – l’analisi di coach Trinchieri e l’abbiamo persa per dei chiari errori. Non siamo stati bravi a rimbalzo e abbiamo concesso troppe opportunità da secondi possessi a Monaco. Questo ha limitato pesantemente anche il nostro gioco in transizione e ci è costato parecchio in termini di energia. Siamo tornati sotto e abbiamo fatto l’errore di concedere a Schaffartzik il tiro aperto da tre punti. In ogni caso è solo Gara 1 e il Bayern aveva un vantaggio psicologico dalla serie contro Berlino. Adesso dobbiamo essere uniti e fare meglio in Gara 2. Oggi è stato il Bayern la squadra migliore”.

“Innanzitutto faccio i complimenti alla mia squadra per questa eccellente partita – le parole di coach Pesic -. Non era facile oggi, venivamo da tre durissime partite in sette giorni contro una squadra intensa acome l’Alba, ma abbiamo trovato le forze per giocare al massimo anche qui. Il grosso problema per noi oggi è la troppa soddisfazione, il peggior nemico nello sport professionistico, per questo ho detto da subito ai miei giocatori che non si devono accontentare della finale. Oggi abbiamo avuto qualche problema all’inizio, 28 punti concessi all’attacco in transizione del Brose sono chiaramente troppi. Poi abbiamo trovato il nostro ritmo e un buon equilibrio tra gioco interno e perimetrale e da lì abbiamo limitato Bamberg e iniziato a giocare la nostra pallacanestro”.

La sfida si trasferisce ora a Monaco, dove Mercoledì sera è in programma una Gara 2 già decisiva per gli equilibri della serie.

Stefano Mocerino

BasketItaly.it – Riproduzione riservata

 

11 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *