Beko BBL – E’ di Oldenburg la Coppa di Germania. Brose sconfitto in rimonta

Brose Baskets-Theis Trinchieri Finisce corta di un soffio la rincorsa del Brose Baskets alla Coppa di Germania. Gli uomini di Trinchieri cedono in finale 70-72 ai padroni di casa dell’EWE Oldenburg, dopo un match tiratissimo che cambia più volte padrone nell’arco dei 40 minuti. Fatale ai biancorossi il parziale di 0-13 nella parte finale del quarto periodo, dopo aver preso in mano l’inerzia sul 64-56 a 7′ dalla fine, che spinge il Brose sotto di 5, 64-69, alla boa dell’ultimo minuto di gioco.

Giocando col fallo sistematico, Bamberg ha l’ultimo tiro, sull’errore dalla lunetta di Neumann a 6″ dalla sirena, per il tiro da 7 metri di Dawan Robinson sulla sirena che scheggia appena il primo ferro. Peccato, perchè il Brose aveva saputo raddrizzare una partita nata male, con l’EWE più aggressivo in avvio e con il 5/7 da tre del primo quarto che lanciava i gialloblu di coach Drijencic, subentrato da meno di un mese a Machowski, a +9 a metà secondo quarto. Il pickn’roll con i lunghi, orchestrato da un Casper Ware (13 e 6 assist) inafferrabile, creava diversi problemi alla difesa del Brose, aggrappato alla partita grazie a Strelnieks (16, 2/5 da tre). Lo step-up difensivo degli uomini di Trinchieri crea il primo strappo, con l’11-0 che riequilibra il punteggio, fino al 34 pari dell’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi sembra ripetersi il copione del primo tempo col Brose meno intenso, che paga la presenza in vernice degli uomini di Drijencic, con un Chubb (8 e 5 reb) bravo a usare il fisico contro l’alteticità di Mbakwe (8 con 10 reb). Ancora grazie alla difesa Bamberg si riprende il controllo del match, con gli 11 punti di Wanamaker (19 alla fine, ma 0/6 da tre) e l’impatto di Darius Miller (10 più 3 reb) dalla panchina a cavallo dell’ultimo riposo. Emerge il diverso approccio delle due squadre, con Oldenburg che diventa sempre più perimetrale (11/28 alla fine contro il 5/19 Bamberg) e le triple Stuckey (9, 3/4 da tre) e Kramer (8, 2/3 da tre e 7 assist) che la tengono attaccata alla partita. I biancorossi di Trinchieri accumulano un capitale di 8 punti di vantaggio, ma sono poco cinici nel momento di chiudere il match, quando pagano anche a rimbalzo (31-39 EWE il conto sotto le plance) e proprio da una palla vagante nasce la tripla di Paulding (8, 2/6 da tre), che gira emotivamente il match. Il Brose blocca la circolazione di palla in attacco (11 assist complessivi, a fronte dei 18 dell’EWE) e paga l’ingresso precoce nel bonus, concedendo preziosi liberi (17/20 Oldenburg, contro l’11/11 Bamberg). Il tiro da 7 metri, unici punti della sua partita, di Nemanja Alexandrov (3 e 5 rimbalzi, ma la sua fisicità è un fattore alla fine) è un altro segno, che precede di poco la parità, mentre Trinchieri perde sia Strelnieks che Theis per falli. E se le triple avevano raddrizzato l’incontro, è il pick’n’roll con Neumann (12 e 4 reb) a portare definitivamente il match dalla parte dell’EWE, con i 5 punti consecutivi del centro tedesco spezzano la parità e di fatto consegnano ai gialloblu la prima Coppa della loro storia.

“Complimenti di cuore a Oldenburg per la vittoria – il commento di coach Trinchieri -. E’
 abbastanza chiaro quello che è successo. Oldenburg ha fatto bene all’inizio e ha portato in campo un sacco di energia. Noi abbiamo fallito nel gestire il vantaggio e controllare il gioco. Si è vista chiaramente la mancanza di esperienza della squadra in partite come questa. Troppe palle perse banali e pessime scelte non ci hanno messo nella condizione di portare a casa la vittoria alla fine”.

“E’ stata una partita di grande emotività – le parole del coach di Oldenburg Drijencic – Questa squadra crede in sé stessa e sa che deve fare meglio ogni volta che va in campo. Era l’unico modo per girare ancora la partita nell’ultimo quarto. Così la squadra non solo ha dimostrato la sua forza di volontà, ma ha raggiunto con grande dedizione e lotta la vittoria della Coppa”.

Stefano Mocerino

Foto: © Daniel Löb – Used by permission

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

5 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *