Italy in Euroleague: Andrea Bargnani e il Baskonia nel baratro

Andrea Bargnani (Foto: Laura Cristaldi, Basket Italy)
Andrea Bargnani ha messo a segno i primi due punti del Baskonia, poi più nulla (Foto: Laura Cristaldi, Basket Italy)

Il Baskonia di Andrea Bargnani cade nettamente in casa 69-87 contro la Stella Rossa Belgrado. La compagine serba, autentica rivelazione della competizione, non ha fermato il suo rullo compressore, riuscendo a imporre il suo gioco anche in una pista difficile come il Buesa Arena di Vitoria.

La squadra di Dejan Radonjic, trascinata da Marko Simonovic (23 punti, 5 rimbalzi) e Stefan Jovic (18 punti, 12 assist, 29 di valutazione) non ha avuto pietà del Baskonia, che dopo il primo quarto si trovava sotto 15-25 e addirittura 27-50 all’intervallo.

Andrea Bargnani era sceso in campo con il quintetto titolare e aveva realizzato il primo canestro da parte degli uomini di Sito Alonso, quello del momentaneo 2-2. Poi basta, da quel momento in poi la Stella Rossa ha iniziato il suo festival particolare di pallacanestro, mentre i padroni di casa sono caduti in un baratro sempre più profondo. Il coach spagnolo ha provato a mescolare le carte in tavola, buttando nella mischia a turno un po’ tutte le stelle a sua disposizione, compreso l’ultimo arrivato Nicolás Laprovittola, ma non è servito a nulla.

Solo Shane Larkin (16 punti, 4 assist e 19 di valutazione) e Kim Tillie (12 punti, 3 rimbalzi) si salvano dal disastro generale di una squadra dove ognuno gioca per sé, e che quindi crolla quando si ritrova davanti un gruppo che gioca una pallacanestro collettiva come la Stella Rossa. I serbi hanno infatti registrato 24 assist, contro i 14 del Baskonia. Gli uomini di Sito Alonso hanno cercato spesso la soluzione individuale, tirando con poco successo dalla lunga distanza (6/22 in triple) e facendosi sorprendere dal rivale.

Dopo il primo canestro messo a segno, Andrea Bargnani è caduto anche lui in un pozzo senza fondo con il resto della sua squadra, ha sbagliato i successivi quattro tentativi di tiro e ha perso tre palloni in 9 minuti (finendo con una valutazione di -6), dopodiché l’allenatore l’ha lasciato seduto in panchina.

La Stella Rossa conquista l’11ª vittoria e raggiunge il propio Baskonia e il Panathinaikos al quinto posto in classifica. I serbi iniziano ad accarezzare l’impresa… I playoff non sono più un’utopia.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *