Spagna-Supercoppa: Il Barça fatica contro Valencia, Real Madrid sul velluto

Spagna Supercoppa Valencia Barça
Nikola Mirotic, decisivo per il Barça contro il Valencia Basket – ACB Photo

MADRID – In Spagna ha preso il via ufficialmente la stagione 2019-20, con un’edizione della SuperCopa Endesa che più che mai spettacolare. Tre squadre che parteciperanno alla Turkish Airlines Euroleague e nove giocatori che hanno conquistato una medaglia negli ultimi mondiali si daranno appuntamento questo fine settimana al WiZink Center di Madrid.

Barça – Valencia Basket 71-65

Il rinnovato Barça, una delle massime aspiranti a vincere tutto quest’anno assieme al Real Madrid ha affrontato il Valencia Basket, campione in carica dell’EuroCup, nella prima semifinale. Una bordata di fischi ha accolto l’ex idolo di casa a Madrid Nikola Mirotic, e il pubblico locale si è chiaramente schierato con i numerosi appassionati taronja contro l’eterno rivale.

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio, con pareggio 15-15 e il campione del mondo con i blaugrana Víctor Claver sugli scudi con 5 punti e 3 rimbalzi, mentre tra i taronja il protagonismo è stato più ripartito. Nel secondo parziale il Valencia Basket ha inciso di più, pungendo con Mike Tobey e Louis Labeyrie sotto canestro, mentre il Barça è apparso fuori forma e ha sbagliato parecchio dall’arco. Dopo un time-out di Pesic i catalani sono riusciti a risalire la china. Le due squadre sono andate negli spogliatoi sul 29-32 per i taronja.

Nikola Mirotic, in ombra fino al momento, ha ritrovato lo smalto per portare in vantaggio il Barça in avvio di ripresa; una tripla di Claver ha portato i blaugrana sul +5, costringendo Jaume Ponsernau a un time-out, che non è servito a molto, perché Mirotic ha segnato ancora dai 6.75. Il giovano serbo Vanja Marinkovic ha mantenuto vivo in Valencia Basket, con l’intero pubblico locale appoggiando animosamente i taronja in occasione di un paio di discusse decisioni arbitrali a favore dei blaugrana. Una rovesciata di Brock Motum ha permesso al Valencia di riacciuffare il pareggio in chiusura di quarto: 49-49 dopo 30 minuti di gioco.

Scambio di canestri in avvio dell’ultimo quarto, con ancora Marinkovic on-fire capace di segnare il +4 taronja. Kevin Pangos ha riavvicinato il Barça. Cinque punti consecutivi di Cory Higgins hanno permesso al Barça di riportarsi avanti, e una tripla di Jordan Loyd ha mantenuto in scia Valencia. Ancora Higgins, fresco campione d’Europa, ha dimostrato il suo sangue freddo con la tripla del +6 a 43 secondi dalla fine. Nel parapiglia finale il Barça è riuscito a mantenere il vantaggio e sarà il primo finalista.

Real Madrid – Montakit Fuenlabrada

Molto meno combattuta, come previsto, la seconda semifinale: il derby della Comunidad di Madrid tra i blancos, campioni in carica del trofeo, e il Fuenlabrada. Gli uomini di Pablo Laso, con cinque protagonisti della finale mondiale, gli spagnoli Sergio Llull e Rudy Fernández e gli argentini Facundo Campazzo, Nicolas Laprovittola e Gabriel Deck, hanno dominato da inizio a fine contro i propri rivali. 28-11 dopo il primo quarto e 52-21 all’intervallo. I blancos si sono imposti 116-62. L’MVP è stato Facundo Campazzo con 12 punti, 9 assist e 6 rimbalzi, mentre il top-scorer è stato Jaycee Carroll, con 18 punti e 3/5 in triple.