I motivi per cui il Barça avrebbe scartato Alessandro Gentile

alessandro gentile olimpia-milano-2016-09-21
Il futuro di Alessandro Gentile è ancora incerto

Dove giocherà Alessandro Gentile da qui a fine stagione? È la domanda che si fanno tutti gli appassionati di pallacanestro italiani da poco più di 24 ore, e cioè da quando l’ex capitano dell’Olimpia Milano ha detto “addio” al club dov’è cresciuto come professionista.

Si è parlato con forza di possibili sirene spagnole per l’ala azzurra, e il FC Barcelona Lassa, che già in passato aveva dimostrato interesse verso il giocatore, sembrava una delle principali candidate ad accogliere l’azzurro, anche perché gli infortuni di lunga durata di Juan Carlos Navarro e Pau Ribas hanno menomato il potenziale della compagine catalana in posizione di guardia/ala piccola.

È arrivata però una smentita contundente da parte de “El Mundo Deportivo”, uno dei due quotidiani sportivi di Barcellona, per mano del giornalista Jesús Pérez Ramos, che ha spiegato i tre motivi per i quali, secondo la testata, Alessandro non completerà la sua stagione in Catalogna.

In prima istanza, si parla del “carattere difficile” di Alessandro e di una personalità esplosiva, che renderebbe complicato l’adattamento a stagione in corso in uno spogliatoio con una chimica già esistente tra i vari componenti.

In secondo luogo, l’attuale stato fisico dell’azzurro genera dubbi, visto che recentemente ha saltato diversi incontri per problemi alla schiena. Il Barça sta lottando dalla preseason con una serie infinita di infortuni che ne hanno decimato la rosa a più riprese, e sicuramente non è interessato a incorporare in questo momento un giocatore non al 100%.

Come terzo punto, il collega del giornale spagnolo indica che attualmente Gentile non avrebbe posto in squadra, visto che il club ha diversi giocatori nel suo ruolo come Víctor Claver, Stratos Perperoglou o Jonathan Holmes, includendo nel gruppo anche le ali grandi Justin Doellman e Alekandar Vezenkov. Certo, Alessandro Gentile non è certo un tiratore esterno, ma potrebbe comunque tappare l’emmoragia nel ruolo di guardia, inoltre conosce bene il coach Georgios Bartzokas e il GM Rodrigo De La Fuente, che era stato allenato da suo padre Nando nella sua tappa da giocatore.

Dove giocherà quindi Alessandro Gentile? A breve dovrebbe risolversi il mistero…

12 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *