Play-off 2013- Fattore campo dominante: sarà così anche nelle Gare7 spareggio?

Nelle appassionanti ed equilibratissime serie play-off di questi quarti di finale 2013 saranno ben tre le sfide che si risolveranno in gara 7, mentre finora la sola Cimberio Varese, che ha regolato con un perentorio 4-1 l’Umana Venezia, si è guadagnata il diritto di disputare le semifinali. Gare senza più appello aspettano questa sera al PalaSerradimigni Sassari-Cantù, ed al PalaTiziano Roma-Reggio Emilia, mentre domani al Forum d’Assago andrà in scena Milano-Siena. Finora in questa prima parte dei play-off il fattore campo è stato molto condizionante e decisivo,

basti riflettere sul dato che nelle 23 gare disputate sino ad oggi in solo 3 casi c’è stata la vittoria delle squadre in trasferta (Reggio Emilia a Roma in gara uno, la stessa squadra capitolina a Reggio in gara, mentre Varese aveva espugnato il Taliercio di Venezia in gara 3). Questo dato sembra in grande controtendenza rispetto all’equilibrio ed al dato delle vittorie in trasferta durante la regular season. Facile ipotizzare per esempio che Varese, vincente in tutte e tre le gare casalinghe della serie , avrebbe potuto difendere il proprio fattore campo, visto che la squadra varesina ha perso solo una gara in casa  proprio contro Venezia in regular season; mentre per esempio sarebbe stato più difficile immaginare una Milano sempre vincente in casa, ed allo stesso tempo sempre perdente in trasferta in quel di Siena. Quella stessa Olimpia, capace in campionato,  di perdere 7 gare in casa, ma di vincerne addirittura 11 fuori casa, a dimostrazione come per la squadra di Scariolo in questi play-off finora si è rovesciato il mondo rispetto al recente passato, ma ora per gara 7 tutti questi numeri vengono azzerati tra milanesi e senesi nell’ultimo assalto per centrare l’obiettivo del passaggio del turno. La Dinamo Sassari, anch’essa sempre vincente nelle tre gare al PalaSerradimigni su Cantù, invece già in regular season aveva dimostrato di essere squadra molto difficile da battere tra le mura amiche avendo perso solo due gare casalinghe contro Brindisi (a sorpresa a metà girone d’andata circa) e contro Milano (come detto precedentemente la migliore squadra in trasferta durante il campionato).  Il PalaSerradimigni continuerà ad essere un fortino inespugnabile per gli uomini di Trincheri? Bella domanda, unica risposta la potrà dare solo la prossima gara 7 (questa sera ore 20:10) in un catino rovento sardo da sold-out già nella giornata di ieri. Infine Roma-Reggio Emilia, la serie nella quale il fattore campo come ricordato è saltato già in due occasioni in gara uno ed in gara 4. La Virtus in campionato non è un stato un rullo compressore in casa (10 vinte- 5 perse), mentre la Trenkwalder addirittura nella stagione regolare ha avuto un bilancio attivo nelle gare lontano dal PalaBigi con 8 vinte contro perse. Ripetiamo fino alla nausea sono solo numeri, in campo per gara sette ci andranno i giocatori con il proprio talento, tecnica e stati d’animo, e le squadre preparate dalle tattiche dei rispettivi coach, però sarà interessante osservare se il trend che vede finora una percentuale di poco al di sopra del 10% per le vittorie esterne in questi play-off sarà rispettato nelle gare sette, annessi i dovuti scongiuri che faranno le tre squadre di casa.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *