Varese espugna Minsk 89-84, Moretti: “Bravi a crederci e a rientrare”

Paolo Moretti

Ottimo successo (il terzo consecutivo tra Italia ed Europa) per la Pallacanestro Openjobmetis Varese che ha espugnato ieri il parquet del Tsmoki Minsk con il risultato di 89 a 84 in occasione prima giornata di ritorno del girone V del Round 32 di FIBA Europe Cup. “Complimenti ai ragazzi che hanno dimostrato grande orgoglio e intensità in una partita nella quale avevamo rotazioni forzate con due playmaker e sei tra ali e lunghi – spiega il coach varesotto Paolo Morettimi è piaciuta soprattutto la voglia della squadra sul meno 15 di non accontentarsi di mantenere la differenza canestri ma di lottare per riaprire la partita e pensare a vincerla. Bravi a crederci e a rientrare, poi quando siamo tornati in equilibrio abbiamo quasi sempre fatto le cose giuste, la cosa più importante al di là della vittoria. Abbiamo espresso una solidità difensiva eccellente contro un’avversaria dura, fisica ed esperta, che giocava con due lunghi d’area come nel basket anni Ottanta. Decisiva la circolazione di palla per ribaltare l’esito del match: nel terzo quarto abbiamo fatto confusione tenendo troppo fermo il pallone, poi la grande percentuale da 3 è stata figlia di una fluidità ritrovata. Questi due punti sono un passo avanti notevolissimo verso i playoff di FIBA Cup; se mercoledì prossimo riuscissimo a vincere di 5 contro Larnaca potremmo chiudere anche il discorso del primo posto

Il match – Dopo un inizio dominato dall’equilibrio (canestri biancorossi di Varanauskas, Davies, Wayns e Kangur), i padroni di casa iniziano a prendere il sopravvento con Kudrautsau e Stutz che portano i loro sul momentaneo 14-9. Il timeout di Moretti porta buoni risultati, soprattutto in difesa, anche se al 10′ è ancora Minsk a comandare i giochi: 18-15.
Hilliard allunga per i suoi in apertura di secondo periodo con una precisa tripla dall’angolo, bissata subito dopo da Ulyanko. Wayns ci mette una pezza, ma Minsk torna a correre toccando il momentaneo +10 (28-28 al 13′). Gli 8 punti consecutivi del “solito” Wayns riportano in gioco la Openjobmetis (30-26) che poco dopo ritrova il nuovo vantaggio (33-34) con Varanauskas e Kangur tenuto fino al 38-39 del 20′. Al rientro dall’intervallo, Minsk tenta subito la fuga portandosi sul +9 (50-41). Moretti richiama i suoi all’ordine che si sbloccano con Ferrero (5 punti di fila) e rientrano sul -6 (58-52). L’ennesima bomba del 21 biancorosso vale il -3 (58-55) anche se dalla parte di Minsk sale in cattedra Gray che colpisce a ripetizione la Openjobmetis fino al 70-58 del 30′. Sulla scia dell’entusiasmo, i padroni di casa cominciano alla grande anche gli ultimi dieci minuti del match anche se Varese è brava a rispondere dalladistanza arrivando sul -7 (74-67). La risposta di Minsk non si fa attendere, ma la tripla di Kuksiks e il gioco da 3 di Wayns riportano Varese nuovamente sotto (79-75) a 3′ dal termine. A 2′ dalla sirena arriva il pareggio (80-80) di Davies e dopo un’ottima difesa anche il sorpasso (80-82) firmato Maalik Wayns. Gray impatta dalla lunetta, ma la Openjobmetis chiude le vie della propria area e diventa implacabile in attacco con Varanauskas e Davies che al 40′ timbrano l’89-84 finale

 

TSMOKI-MINSK-OPENJOBMETIS VARESE: 84-89

 

Tsmoki-Minsk: Hilliard 5, Gray 21, Maras 5, Ulyanko 7, Mirkovic 15, Lashkevich 8, Beliankou ne, Stutz 12, Semianiuk ne, Liutych, Kudrautsau 11. All. Griszczuk

Openjobmetis Varese: Davies 16, Faye, Wayns 24, Varanauskas 10, Testa ne, Molinaro 1, Kangur 9, Ferrero 18, Pietrini ne, Kuksiks 11. All. Moretti

Arbitri: Manos – Kucera – Kardum

Parziali: 18-15; 20-24; 32-19; 14-31. Progressivi: 18-15; 38-39; 70-58; 84-89.

Note – T3: 10/28 Minsk, 14/27 Varese; T2: 18/34 Minsk, 17/32 Varese; TL: 18/20 Minsk, 13/16 Varese; Rimbalzi: 27 Minsk (Hilliard 5), 35 Varese (Faye, Kuksiks 7); Assist: 16 Minsk (Mirkovic 7), 16 Varese (Kuksiks 5).

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *