fbpx

Il Real porta a casa il “Clasico”, l’Efes vince col brivido, impresa Alba Berlino in Grecia


Chiudono il giovedì di Eurolega tre sfide molto interessanti: Efes-Zenit, Panathinaikos-Alba e soprattutto il big match Real Madrid-Barcelona. Andiamo a vedere come si sono concluse:

EFES-ZENIT (90-88): I turchi riescono a portare a casa la vittoria in una partita più complicata del previsto, soprattutto dopo la netta supremazia nei primi 3 quarti sotto tutti i punti di vista riuscendo a raggiungere anche i 25 punti di vantaggio, guidata dal trio Larkin-Micic-Sanli (rispettivamente 22,24 e 13 punti alla fine del match).Ma è nell’ultimo quarto che i ragazzi di coach Ataman staccano completamente la spina e permettono allo Zenit, grazie alle triple di Ayon e Hollins, di rientrare in partita fino ad arrivare ad un solo possesso di svantaggio ma una tripla con fallo di Tibor Pleiss sancisce la vittoria dei padroni di casa.

PANATHINAIKOS-ALBA BERLINO (105-106): Probabilmente la partita più spettacolare di giornata, l’Alba riesce a compiere l’impresa di battere il Panathinaikos in casa propria dopo ben due tempi supplementari. I padroni di casa, che avevano dalla loro parte i favori del pronostico, nonostante un monumentale Papapetrou da 39 punti non riesce a sconfiggere i tedeschi che sono stati avanti per gran parte del match dal quale escono vincitori con il gioco da 3 punti realizzato da Sikma a pochi secondi dalla fine del secondo extra-time.

REAL MADRID- BARCELONA (84-74): Si chiude in bellezza con il “Clasico” questa prima parte dell’ottava giornata di Turkish EuroLeague. La squadra madrilena vince, abbastanza con merito, questo derby spagnolo creando un vantaggio molto rassicurante fin dai primi minuti di gioco e confermandolo durante il secondo quarto arrivando anche sul +20. Al rientro sul parquet la premiata ditta Tomic-Mirotic guida la rimonta portando anche in vantaggio i blaugrana, ma qui l’estro e il talento di Facundo Campazzo prendono il sopravvento e con un paio di giocate delle sue il play argentino riporta il Real in vantaggio, conducendolo alla vittoria finale.